dalla Home

Curiosità

pubblicato il 10 febbraio 2009

Campioni a Gran Turismo? Più propensi all'acquisto di quell'auto

Uno studio americano svela il motivo

Campioni a Gran Turismo? Più propensi all'acquisto di quell'auto

I videogiochi fanno parte della nostra cultura fin dai primissimi anni 80 quando gli ancestrali Atari 2600, Intellevision, Coleco Vision e Sega Master System, prodotti oggi considerati preistorici, autentico antiquariato elettronico, iniziavano a invadere le nostre camerette e salotti. Fino a oggi l'evoluzione è stata colossale e attualmente, se non è possibile che una PS3 o un X-Box siano in grado di replicare perfettamente gli effetti sul corpo dell'accelerazione longitudinale o laterale di un buon simulatore di guida, certamente il livello di attinenza alla realtà è smisurato. Oggi i videogiochi coinvolgono tutte le fasce della popolazione: uomini, donne, bambini, adulti e anziani, senza distinzione. Tutti, con riferimento ai giochi automobilistici, esperti conoscitori delle auto del listino perché le hanno già... guidate sulla Play Station!

Ma uno studio americano ha scoperto che il coinvolgimento di un videogioco nella vita reale è più grande di quanto si possa immaginare. Il Financial Post, coinvolgendo alcuni studiosi universitari, ha condotto uno studio molto interessante. E' stato scelto un campione di persone, suddivise in due gruppi. E' stato quindi effettuato un particolare esperimento: mentre un individuo, in una stanza, giocava con il famoso Project Gotham Racing per Xbox 360, un altro, soggetto passivo, osservava la partita su uno schermo in un'altra stanza.
Come risultato, è emerso che il giocatore ha manifestato una maggiore propensione all'acquisto dell'auto guidata durante il gioco, che il soggetto passivo non ha evidenziato. Come dire che il primo personaggio è stato maggiormente coinvolto nell'esperienza e ha manifestato un più elevato apprezzamento del brand dell'auto guidata nel mondo virtuale del videogioco.

Ovviamente questo esperimento, molto semplice, non ha provato granché ma ha potuto offrire un certo scenario nell'ambito degli effetti sul comportamento del consumatore da parte della pubblicità dei marchi produttori di automobili. Non si tratta nemmeno di un risultato inedito. Da anni i venditori promuovono test drive virtuali delle loro vetture. Tuttavia è interessante notare come l'esperienza virtuale della guida di una vettura in un mondo finto e inconsistente possa modificare il punto di vista del consumatore in uno scenario completamente reale.

Autore: ALvise-Marco Seno

Tag: Curiosità , videogiochi


Top