dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 10 febbraio 2009

Hyundai HED-6

Dietro la sigla il nuovo Tucson: a Ginevra si anticipa il futuro

Hyundai HED-6

Nome in codice HED-6, ma quando la vedremo sullo stand avrà con ogni probabilità un altro nome il concept di SUV che la Hyundai presenterà al Salone di Ginevra, previsto dal 5 al 15 marzo. Per ora c'è solo uno schizzo, ma già si intravedono linee molto sportive sviluppate presso il Centro Design del costruttore coreano con sede in Germania, a Russelsheim, a poche centinaia di metri dal quartier generale della Opel. Il livello di definizione di questo concept ci dice chiaramente che non si tratta di un puro esercizio stilistico e, dando uno sguardo alle dimensioni e all'anzianità della gamma, possiamo dire con buona sicurezza che si tratta di un SUV compatto e che prefigura la nuova Tucson la cui presentazione come modello di serie avverrà nel 2010. Sulla HED-6 si vedranno inoltre molti elementi del nuovo corso di Hyundai in materia di stile (soprattutto su i10 e i20) e che vedremo sulle vetture coreane del prossimo futuro come i fari diurni a LED e la calandra a forma esagonale.

La nuova Tucson non avrà solo lo stile nuovo, ma l'intera meccanica visto che proprio sul SUV debutteranno i nuovi motori Diesel della famiglia R (2 litri da 184 CV e 2,2 litri da 200 CV) e i nuovi Theta II GDI a iniezione diretta di benzina e turbocompressore che dovrebbe comprendere un 2 litri e l'1,6 litri da 175 CV che equipaggia questo concept. È prevista anche una versione ibrida e, oltre al cambio manuale, sarà disponibile anche il nuovo automatico a 6 rapporti appena sviluppato dalla stessa Hyundai. Identico concettualmente al passato sarà invece il sistema di trazione integrale dotato di giunto centrale composto da una frizione a comando elettromagnetico che, in caso di slittamento delle ruote anteriori, trasmette automaticamente fino al 50% della coppia al retrotreno.

Hyundai sarà inoltre presente a Ginevra con la i20 a 3 porte, che completerà la gamma aggiungendosi alla 5 porte con un prezzo di attacco ancora più interessante, e la i30 blue con motore 1,6 litri a benzina, la versione a basse emissioni della compatta coreana costruita in Europa (a Nosovice, Repubblica Ceca) per sfidare la Golf, la prima "blue" di tutta la gamma Hyundai. La differenza principale è la presenza dell'ISG (Idle Start and Go), il sistema che arresta il motore quando la vettura è ferma lo riaccende quando deve ripartire, la cui presenza provoca un calo dei consumi del 7% nel ciclo combinato e per le emissioni di CO2 che passano da 152 g/km a 142 g/km. Nel corso del 2009 l'ISG sarà esteso ad altre versioni della i30 e ad altri modelli Hyundai.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Prototipi e Concept , Hyundai


Top