dalla Home

Curiosità

pubblicato il 9 febbraio 2009

4,4 milioni di dollari per la Bugatti 57S Atlante

Aggiudicata a un collezionista europeo la storica inglese trovata in un garage

4,4 milioni di dollari per la Bugatti 57S Atlante
Galleria fotografica - 1937 Bugatti Type 57S Atalante Galleria fotografica - 1937 Bugatti Type 57S Atalante
  • 1937 Bugatti Type 57S Atalante  - anteprima 1
  • 1937 Bugatti Type 57S Atalante  - anteprima 2
  • 1937 Bugatti Type 57S Atalante  - anteprima 3
  • 1937 Bugatti Type 57S Atalante  - anteprima 4

Il "barn find", il ritrovamento casuale di un oggetto da collezione (auto in questo caso) in stato di abbandono in un garage o nel classico fienile, è uno dei massimi e più acuti momenti di godimento per un appassionato d'auto d'epoca. In questi rarissimi casi, che qualsiasi amante delle vetture antiche sogna con bramosia indicibile, si possono scoprire tesori di valore incalcolabile (come incalcolabile, naturalmente, è la cifra che probabilmente occorre in un secondo momento per restaurare la vettura).

Recentemente, come anticipato, in un garage inglese è avvenuto proprio questo: è venuta alla luce una rarissima Bugatti Type 57S Atalante, per 50 anni dormiente, in una rimessa a collezionare polvere senza che nessuno se ne fosse mai accorto. Da subito è stato acclamato come il ritrovamento più importante degli ultimi trent'anni. La vettura, lasciata in eredità da un medico inglese a un nipote, era stata accreditata di un valore pari a non meno di 6 milioni di euro.

La casa d'Aste Bonhams ha portato all'incanto questo straordinario esemplare (completo di tutti i suoi pezzi originali, quindi suscettibile di un restauro "conservativo" che possa preservare quasi la totalità dell'auto) durante l'annuale appuntamento con il salone parigino Retromobile, importante rassegna per auto d'epoca e da collezione.

La rara 57S Atalante del 1937 è stata venduta a un ignoto collezionista europeo per 4,4 milioni di dollari (3,4 milioni di euro, pari a due Bugatti Veyron), cifra comunque enorme ma che, a quanto pare, non ha soddisfatto i broker più appassionati, che davano per lei un destino degno di una Ferrari 250 GTO.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Curiosità , Bugatti , auto storiche , aste


Top