dalla Home

Mercato

pubblicato il 3 febbraio 2009

Chris Bangle lascia BMW

Il nuovo responsabile del design del Gruppo è Adrian van Hooydonk

Chris Bangle lascia BMW

Qualche anno fa, con l'apparire delle prime creazioni per BMW, molti clienti storici del marchio reagirono anche con un certo impeto, al punto da promuovere sul web una raccolta di firme per convincere la dirigenza tedesca a rimuoverlo dall'incarico. Poi il successo dei suoi modelli è diventato planetario, e alcune sue soluzioni sono state copiate da altri marchi, divenendo al tempo stesso simbolo inequivocabile del nuovo "BMW style".

Ora Chris Bangle lascia ufficialmente l'incarico di responsabile del design del BMW Group per dedicarsi, si dice, ad attività lontane dal mondo automobilistico. Al suo posto subentra Adrian van Hooydonk, già responsabile del design del marchio BMW.

DALLA OPEL ALLA BMW PASSANDO PER FIAT
Americano dell'Ohio, 52 anni, Christopher E. Bangle dopo gli studi nel campo del design compiuti negli USA, iniziò la sua attività alla Opel di Rüsselsheim, per poi passare nel 1985 al gruppo Fiat, dove divenne, nel 1992, direttore del Centro Stile: a lui sono attribuite, ad esempio, la Fiat Coupé e l'Alfa Romeo 145.

A partire dallo stesso anno, si trasferì in BMW, dove in breve tempo seppe dare un impulso nuovo al design del marchio, che venne repentinamente "svecchiato" attraverso soluzioni ad effetto, probabilmente non sempre gradite al primo sguardo, ma dotate di forza e coerenza, e nate comunque come soluzioni per risolvere particolari esigenze di tipo tecnico o ingegneristico. Sotto la sua guida, dunque, sono nate le nuove generazioni dei modelli "classici" - Serie 3, 5 e 7, le roadster sportive Z8, Z3 e Z4, ed alcuni modelli inediti per il marchio, come le SUV X3, X5, X6 (per le quali, di fatto, è stato creato uno stile ed un'immagine senza riferimenti a modelli del passato), la grande coupé Serie 6 e la compatta due volumi Serie 1, uno dei modelli più fortunati della Casa. Con la nomina a responsabile dello stile dell'intero gruppo BMW, ha curato i progetti più recenti di MINI, giunta alla seconda generazione, e di Rolls-Royce, oltre a seguire anche il settore delle due ruote, e a coordinare i centri stile internazionali del gruppo.

UN SUCCESSORE ALL'INSEGNA DELLA CONTINUITA'
Il ruolo di Chris Bangle è stato immediatamente assegnato all'olandese Adrian van Hooydonk, già responsabile dello stile del marchio BMW: avrà dunque "l'ultima parola" nel design di BMW, Rolls-Royce e MINI. Dopo gli studi in Olanda, van Hooydonk (44 anni) ha iniziato la sua carriera proprio in BMW, prima in Europa (sua la concept MINI ACV 30 del 1997), poi nel BMW Group Designworks USA in California, quindi di nuovo in Germania.

Passato alle dipendenze dirette di Chris Bangle, ha collaborato direttamente allo sviluppo di numerosi modelli come Serie 6, Serie 7, le concept car Z9 e M1 hommage. In particolare, ha curato il design dell'ultimissima generazione di vetture BMW, cominciando dalla Concept CS, i cui stilemi sono in parte stati trasferiti nelle nuove Serie 7 e Z4, e proseguiranno nella prossima "PAS - Progressive Activity Sedan", pronta per il debutto al prossimo Salone di Ginevra. Lo attendono sicuramente nuove sfide per i modelli futuri dei tre marchi, considerando anche la necessità di adattare il design alle nuove tecnologie in arrivo.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Mercato , Bmw , car design , VIP


Top