dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 2 febbraio 2009

La Provincia di Firenze è ecopartner di RoadSharing

I passaggi si "offrono" e si "accettano" online

La Provincia di Firenze è ecopartner di RoadSharing

Promuovere lo sviluppo di una mobilità sostenibile per mezzo di uno strumento facile e gratuito che favorisca la pratica del car-pooling per i pendolari, ossia la condivisione di passaggi auto, anche su lunga distanza. E' con questo obiettivo che la Provincia di Firenze è diventata primo ecopartner di RoadSharing, il portale in quattro lingue che mette in relazione diretta chi naviga su internet e cerca/offre passaggi in auto.

In pratica, attraverso questo servizio è possibile offrire un passaggio, registrandosi con i propri dati e inserendo luogo di partenza e di arrivo, rimanendo in attesa di una risposta da chi cerca il passaggio verso quella destinazione o un luogo lungo il percorso. A sua volta, quest'ultimo può inserire il percorso desiderato e attendere una proposta di passaggio on line. Quando un utente trova un percorso interessante può contattare l'inserzionista e sarà poi Roadsharing a inoltrare la comunicazione stabilendo così il contatto fra i futuri compagni di viaggio, senza che questi spendano un euro per il servizio ottenuto.

"L'iniziativa ha un valore aggiunto, cioè quello sociale: utilizzare la rete come occasione per costruire rapporti", ha sottolineato il Presidente della Provincia di Firenze, Matteo Renzi, che ha ricordato come tra gli obiettivi primari dell'adesione ci sia anche la "riduzione del flusso di traffico in città e di conseguenza l'emissione di polveri sottili, tutto a beneficio dell'ambiente". Per incentivare a pieno titolo le iniziative a supporto della mobilità sostenibile, la Provincia di Firenze è la prima in Italia ad aver inserito direttamente sul portale provincia.fi.it un link personalizzato, dedicato ai pendolari, che rimanda a Roadsharing.com.

Proprio i pendolari, come ci ha spiegato l'ideatore del progetto, Daniele Nuzzo, sono i più assidui frequentatori del portale negli ultimi mesi. "Questa estate gli iscritti cercavano soprattutto dei passaggi per raggiungere le mete delle vacanze - ha detto - mentre adesso i percorsi ricorrenti sono quelli legati ai luoghi di lavoro, tanto che ultimamente abbiamo inserito due nuovi filtri: uno dedicato ai pendolari e uno agli eventi, come concerti o attività di business (fiere/congressi)".

Autore:

Tag: Attualità , mobilità sostenibile , firenze


Top