dalla Home

Motorsport

pubblicato il 28 gennaio 2009

Aston Martin torna a Le Mans per sfidare il predominio Audi

Un'occasione per celebrare la vittoria ottenuta nel 1959

Aston Martin torna a Le Mans per sfidare il predominio Audi

L'Aston Martin, dopo aver trionfato a Le Mans negli ultimi due anni nella categoria GT1 con la bellissima DBR9, alza il tiro e mira ad ottenere il successo assoluto correndo con due vetture della classe LMP1. Un chiaro segnale di sfida che la Casa Britannica lancia ai dominatori delle ultime edizioni: i tedeschi dell'Audi. Non sarà facile scalzare dal gradino più alto del podio le R10 TDI del Colosso Tedesco, lo sanno bene quelli della Peugeot che da 2 anni, a La Sarthe, perdono la sfida con la squadra corse dei quattro anelli.

Per tornare vittoriosi nella classe più competitiva di Le Mans Aston Martin ha puntato su una vettura chiusa, a differenza dei rivali tedeschi, che si basa su una Lola del 2008 e sarà spinta dal V12 derivato da quello della DBR9. Per la prima volta, dopo anni di predominio dei propulsori a gasolio, la sfida tra i motori diesel e benzina si annuncia più equilibrata in virtù del nuovo regolamento 2009 che tende a bilanciare le prestazioni tra le due tipologie di unità motrici. L'Aston Martin ha scelto di puntare sull'alimentazione convenzionale anche se non sarà facile competere con i collaudati TDI Audi.

"Non dobbiamo sottovalutare il nostro compito - ha chiosato il presidente Aston Martin, David Richards - anche se abbiamo vinto la classe GT1 per gli ultimi due anni, i nostri concorrenti hanno dimostrato velocità e resistenza con le vetture ad alimentazione diesel e, alla luce di tutte le loro vittorie nella categoria dei prototipi, vincere sarà una grande impresa. Tuttavia, vedo questa occasione come una grande opportunità per mostrare l'ingegnosità e il talento dell'ingegneria britannica".

Per arrivare all'appuntamento della 24 ore nelle migliori condizioni possibili, l'Aston Martin LMP1 correrà nella Le Mans Series, un campionato che si aprirà il 5 aprile con la 1000 km de Catalunya. Così, dopo aver percorso i km necessari per un adeguato si sviluppo si presenterà sul circuito di La Sarthe nella leggendaria livrea Gulf azzurra-arancio per rinverdire i fasti del 1959, quando si aggiudicò la gara con la DBR1 guidata da Carroll Shelby e Roy Salvadori e per riportare tra i prototipi i colori appartenuti all'indimenticabile Ford GT 40-Mirage.

Autore: Valerio Verdone

Tag: Motorsport , Aston Martin


Top