dalla Home

Accessori

pubblicato il 26 gennaio 2009

Honda Accord Diesel, ora anche automatica

Con 2.000 euro in più un 5 rapporti che fa tutto da solo

Honda Accord Diesel, ora anche automatica
Galleria fotografica - Il nuovo cambio automatico della Honda AccordGalleria fotografica - Il nuovo cambio automatico della Honda Accord
  • Il nuovo cambio automatico della Honda Accord - anteprima 1
  • Il nuovo cambio automatico della Honda Accord - anteprima 2
  • Il nuovo cambio automatico della Honda Accord - anteprima 3
  • Il nuovo cambio automatico della Honda Accord - anteprima 4

A meno di un anno di distanza la Honda Accord completa la propria gamma con le versioni Diesel 2,2 litri i-DTEC da 150 CV e 350 Nm equipaggiate con il cambio automatico a 5 rapporti offerte con un supplemento di 2.000 euro rispetto a quelle dotate del cambio manuale a 6 rapporti.

Il cambio automatico della Accord Diesel non è quello sempre a 5 rapporti montato dalla versione con il 2,4 litri a benzina da 200 CV, ma un'unità completamente nuova progettata specificamente per l'ottimo 4 cilindri a gasolio tutto in alluminio e presentata in occasione dello scorso Salone di Parigi. Si tratta di un automatico classico, dotato cioè di convertitore idraulico di coppia e progettato in casa dalla Honda stessa. Una scelta controcorrente e, se vogliamo, poco comprensibile insieme a quella di dargli solo 5 rapporti mentre il robotizzato della Jazz ne ha sei.

Questo però ha permesso di ricercare la massima integrazione tra motore e cambio dotando quest'ultimo di un impianto di controllo della temperatura per l'impianto di lubrificazione in modo da riscaldare l'olio più velocemente nei primi attimi di funzionamento e di raffreddarlo nelle condizioni di utilizzo più gravoso. Specifica anche la logica che gestisce il blocco del convertitore, fondamentale per offrire non solo sensazioni di guida degne di una berlina dal carattere sportiveggiante, ma anche per limitare consumi ed emissioni. Il nuovo cambio automatico della Accord Diesel è dotato anche di modalità sequenziale con levette dietro al volante e di un programma di funzionamento sportivo che innalza i regimi di cambiata e anticipa le scalate.

Solo di poco inferiori le prestazioni rispetto alla versione manuale. La velocità massima passa da 212 Km/h a 207 Km/h e l'accelerazione da 0 a 100 km/h da 9,6 secondi a 10 secondi, mentre le percorrenze si accorciano da 17,9 km/litro a 15,6 km/litro. Nessuna variazione invece per le dotazioni e per il resto della gamma della berlina giapponese che comprende anche il 2 litri a benzina i-VTEC da 155 CV e tre allestimenti (Elegance, Executive ed Exclusive) per un totale di 8 versioni e prezzi che vanno dai 26.200 euro della 2.0 Elegance ai 36.200 euro della 2.2 i-DTEC Exclusive automatica, solo 100 euro in più della 2.4 i-VTEC automatica in analogo allestimento. Per le versioni Tourer si va invece da 27.500 euro a 38.000 euro.

Galleria fotografica - Nuova Honda Accord - berlina e TourerGalleria fotografica - Nuova Honda Accord - berlina e Tourer
  • Nuova Honda Accord - berlina e Tourer - anteprima 1
  • Nuova Honda Accord - berlina e Tourer - anteprima 2
  • Nuova Honda Accord - berlina e Tourer - anteprima 3
  • Nuova Honda Accord - berlina e Tourer - anteprima 4
  • Nuova Honda Accord - berlina e Tourer - anteprima 5
  • Nuova Honda Accord - berlina e Tourer - anteprima 6

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Accessori , Honda , auto giapponesi


Top