dalla Home

Tuning

pubblicato il 22 gennaio 2009

Lotus Extrema by Uk Garage

Da una Lotus Exige quasi una Elise GT1 “italiana”

Lotus Extrema by Uk Garage
Galleria fotografica - Lotus Extrema by Uk GarageGalleria fotografica - Lotus Extrema by Uk Garage
  • Lotus Extrema by Uk Garage - anteprima 1
  • Lotus Extrema by Uk Garage - anteprima 2

Uk Garage è un nome noto nel nostro Paese nella nicchia degli appassionati di auto sportive particolari, le classiche vetture definibili a ragione "senza compromessi": TVR, Noble, Radical ecc. Già dealer ufficiale di questi e altri brand semisconosciuti alla maggior parte degli appassionati, l'azienda bergamasca presenta il suo nuovo progetto, una vettura "customizzabile" a piacimento con una vasta gamma di soluzioni possibili. Si chiama Extrema, una Lotus Exige Mk1 pesantemente modificata nel design e nella meccanica, con una carrozzeria allargata stile Elise GT1 (un solo esemplare stradale prodotto!) e fari della versione Mk2.

La carrozzeria può essere in fibra di vetro o in materiale composito Kevlar Carbonio ed il telaio, realizzato interamente in alluminio e di derivazione Exige, presenta carreggiate allargate per consentire il montaggio di pneumatici extra large con cerchi in lega superlight (sono disponibili sia con attacco a 5 bulloni, sia monodado come le auto da competizione. Il passo è stato allungato di circa 20 centimetri (come nel caso della Lotus Elise GT1), un'esigenza tecnica indispensabile per poter installare nel vano motore nuove motorizzazioni in posizione longitudinale con cambio Transaxle (in blocco con il differenziale) del tipo manuale 6 marce o sequenziale (sulla Exige di serie il propulsore è un 4 cilindri montato trasversalmente).

L'Extrema, che promette di essere una vera fucina di emozioni, può montare svariate soluzioni di motore. Si parte da quelle provenienza americana: V8 di origine Chevrolet (come la Elise GT1) tipo LS3 con 420 o 500 CV (per un peso complessivo pari a soli 970 kg), oppure Tipo LS7 (il motore della Corvette Z06) o il mostruoso LS9 da 650 CV dell'ultima Corvette ZR1. In questo caso, la massa aumenta di poco: il "costruttore" dichiara appena 1.000 kg. In alternativa per contenere i costi di acquisto, è possibile installare propulsori General Motors a 6 cilindri a V con turbocompressore e 2.800 cc da 300 o 350 CV che mantengono il peso a 850 kg circa.

Infine, in un'ottica "superlight" sono disponibili V8 Powertec da 2.600 cc per 360 CV, 2.800 cc da 450 CV o il nuovo 3400 cc da 560 CV. Queste unità motrici si caratterizzano per un peso di soli 95 kg e la possibilità a raggiungere regimi nell'ordine dei 10.000 giri. Ma a stupire è ancora una volta il peso: la Lotus Extrema con questo layout dichiara un peso di appena 750 kg.

Naturalmente, il cliente ha la possibilità di configurare la vettura al meglio e secondo le sue specifiche esigenze: le sospensioni sono totalmente regolabili, disponibili in vari marchi. L'impianto frenante di serie consta di dischi AP Racing con pinze a 4 pompanti. Per aumentare la rigidità è offerta anche la gabbia rollbar integrale. Tra le opzioni, infine, l'impianto di estinzione, strumentazione AIM digitale e impianto di video recording per filmarsi alla guida durante i track day o la cronoscalata della nostra strada preferita di montagna.

Secondo le varie configurazioni disponibili per questa macchina, le prestazioni dichiarate possono arrivare a livelli impensabili da una normale sportiva moderna: da 0 a 100 km/h in 2"8, da 0 a 200 in 7" e velocità massima di oltre 320 km/h. Caratteristiche di performance che ne fanno, a occhio e croce, un'auto da pista con una targa appiccicata, decisamente il modo più estremo per vivere le emozioni di un'auto sportiva. I prezzi partono da 66.000 euro tasse incluse.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Tuning , Lotus


Top