dalla Home

Curiosità

pubblicato il 22 gennaio 2009

Skoda Fabia Jingrui

Ceca... con gli occhi a mandorla

Skoda Fabia Jingrui

Questa è la Cina automobilistica che ci piace, lontana dalle brutte copie non autorizzate e dal difficile inseguimento delle mode occidentali. La Skoda Fabia Jingrui appena lanciata sul mercato cinese non è infatti né una banale imitazione né un velleitario tentativo di esibire una tecnologia che non si ha, ma una onesta piccola e moderna vettura costruita su licenza del Gruppo VW. Sono probabilmente questi i passi giusti che l'industria cinese dell'auto deve compiere per acquisire un know-how e una sicurezza che già hanno segnato la vertiginosa crescita qualitativa di realtà industriali come la giapponese prima e la coreana poi.

La Skoda Fabia Jingrui è virtualmente identica alla Fabia II che circola da meno di due anni sulle nostre strade e la sua produzione è affidata alla Shanghai Volkswagen Co., filiale cinese del colosso tedesco dell'auto. La Jingrui segue a breve distanza l'arrivo della prima Skoda cinese, la Octavia Mingrui presentata nel 2007, e porta avanti il progetto di offrire sul grande mercato asiatico l'intera gamma Skoda.

Due sono i motori disponibli per la Skoda Fabia Jingrui: 1,4 e 1,6 litri a benzina con cambio manuale a 5 marce o automatico Tiptronic a 6 marce. I prezzi vanno da 81.900 a 117.900 yuan (al cambio attuale, circa 9.200/13.300 euro).

Autore:

Tag: Curiosità , Volkswagen


Top