dalla Home

Curiosità

pubblicato il 15 gennaio 2009

"Io la guida ce l'ho nel sangue!"

L'Avis Lazio lancia un'insolita campagna: ai donatori mezz'ora di guida gratis

"Io la guida ce l'ho nel sangue!"

Nelle autoscuole e tra le pagine di magazine specializzati come OmniAuto.it, non si parla mai di donazione del sangue, perché è un tema lontano dal Codice della Strada. Eppure, se ci pensiamo, paradossalmente gli è molto vicino, perché spesso proprio il sangue è quello che serve per salvare una vita dai traumi causati dagli incidenti stradali. Per questo e per sensibilizzare i più giovani a diventare donatori, l'Avis Regionale ha pensato di lanciare una campagna di educazione che non ha precedenti: avere mezz'ora di lezione di guida gratuita in cambio di una donazione. L'iniziativa, che sarà attiva per tutto il 2009, si chiama "Io la guida ce l'ho nel sangue!" e coinvolge solo le autoscuole del Lazio, ma non è escluso che in futuro sarà estesa ad altre Regioni.

A diciott'anni, la maggiore età, "si acquistano diritti e doveri, e a volte gli uni sono più gravosi dei secondi. Un ragazzo che diventa maggiorenne deve dimostrare una capacità di scelta che prima non gli è richiesta, una 'maturità' che dev'essere acquisita anche e soprattutto con l'educazione nei centri di formazione che i giovani frequentano e per farlo ci devono essere dei maestri che siano in grado di insegnargli la via", si legge in una nota ufficiale dell'Avis Regionale. Per questo i giovani hanno bisogno di essere educati al rispetto della strada e degli altri.

Per "fargli capire che donare il sangue può significare salvare la vita di un loro coetaneo che magari, a causa dell'alcool, ha avuto un incidente sabato sera di ritorno da una discoteca, e ora è appeso ad una trasfusione di sangue", l'Avis Regionale ha deciso di usare il loro linguaggio. Internet e gli annunci grafici sono quindi i principali mezzi di diffusione della notizia. Non solo all'interno delle metropolitane, linea A e B di Roma, sono presenti dei volantini, così come su altri mezzi pubblici della Capitale, ma, tanto per citare un esempio pratico, maggiori informazioni sono disponibili sul sito avislazio.it, contenente anche l'elenco delle autoscuole che aderiscono all'iniziativa scaricabile anche cliccando qui.

Autore:

Tag: Curiosità


Top