dalla Home

Mercato

pubblicato il 14 gennaio 2009

La riscossa del Giaguaro

Nel 2008 il Marchio è cresciuto dell'8%. Subito successo per la XF

La riscossa del Giaguaro

Oltre 65 mila vetture immatricolate in un anno. E' questo il risultato ottenuto da Jaguar nel 2008. Il buon volume di vendita ha così permesso al marchio di crescere nel mondo dell'8% rispetto al 2007. La crisi che in autunno ha incominciato a scuotere il mercato dell'auto, non ha dunque influito in maniera significativa sul bilancio del Marchio del Giaguaro, che è risultato uno dei pochi ad avere registrato un aumento percentuale, come MINI, Rolls-Royce e Audi.

La crescita di Jaguar è stata riscontrata soprattutto nei nuovi mercati, come la Russia (+50%), il Medio Oriente (+35%) e la Cina (+25%), ma anche nel nostro Paese le vendite sono state positive. Nel 2008 Jaguar Italia ha registrato un aumento del 24,5% rispetto al 2007 grazie all'immatricolazione di 2.558 unità. In particolare, a riscuotere il maggior successo è stata la nuova berlina sportiva XF, che, in meno di dieci mesi dalla commercializzazione (avviata alla fine di marzo, quasi in concomitanza con l'acquisizione del marchio da parte di Tata), sono state immatricolate nel nostro paese 1.518 unità, attestandosi al 5,6% del suo settore di riferimento che, nello stesso periodo, ha perso il 31,2%.

Le XK immatricolate sono state 304, un risultato che gli ha permesso di precedere nella classifica di vendita la Mercedes SL e la Audi R8 e di mantenere inalterata la propria quota di mercato nel segmento S, che nel 2008 ha registrato una diminuzione complessiva del 24,8%. Le X-Type immatricolate sono state 623, mentre la XJ, in attesa del nuovo modello, ha mantenuto la sua quota di mercato con 94 unità vendute.

Autore:

Tag: Mercato , Jaguar , immatricolazioni


Top