dalla Home

Novità

pubblicato il 13 gennaio 2009

Nuova Toyota Prius

Linee addolcite, motore riprogettato e consumi pari a 4,7 l/100 km

Nuova Toyota Prius
Galleria fotografica - Nuova Toyota PriusGalleria fotografica - Nuova Toyota Prius
  • Nuova Toyota Prius - anteprima 1
  • Nuova Toyota Prius - anteprima 2
  • Nuova Toyota Prius - anteprima 3
  • Nuova Toyota Prius - anteprima 4
  • Nuova Toyota Prius - anteprima 5
  • Nuova Toyota Prius - anteprima 6

Il North American International Auto Show 2009 verrà senza dubbio ricordato per la presentazione della nuova Toyota Prius, evoluzione e non certo rivoluzione per l'ibrida più famosa e venduta al mondo. Linee aggiornate, sistema di alimentazione ibrida affinato e motore a benzina di maggior potenza sono fattori che singolarmente non destano meraviglia, ma che messi assieme offrono risultati concreti e convincenti.
La Prius 2010 nasce promettendo prestazioni migliori con consumi ulteriormente ridotti, comfort e spaziosità senza rinunciare ad un basso impatto ambientale, caratteristica "storica" di questo modello.

DESIGN: EVOLUZIONE GIAPPONESE
Condizione imprescindibile per i designer della nuova Prius era quello di mantenere (e possibilmente migliorare) le qualità aerodinamiche della ibrida Toyota, senza però perdere la conosciuta sagoma che ormai la caratterizza. Alla tipica forma vagamente triangolare e arrotondata della Prius sono state quindi apportate modifiche a livello di posizione e inclinazione dei montanti, a partire dal parabrezza più esteso e filante. L'altezza è rimasta quindi invariata, ma con la parte più alta del tetto spostata indietro di 10 centimetri.
A livello di forme si segnalano spigoli un po' meno arrotondati nel frontale e in coda, linee più marcate e un'immagine più "assettata" per via della carreggiata posteriore più larga; rispetto all'attuale Prius la nuova versione è più lunga di soli 1,5 centimetri e mantiene lo stesso passo. Il lavoro di carenatura del fondo vettura testato in galleria del vento ha dato i suoi frutti, se è vero che il coefficiente di resistenza aerodinamica di 0,25 (Cx) risulta essere il migliore al mondo fra le auto di serie e inferiore allo 0,26 del modello precedente. La Prius 2010 è lunga 4.460 mm, larga 1.744, alta 1.491 e ha un passo di 2.700 mm.

ABITACOLO PIU' TRADIZIONALE
L'abitacolo è stato impostato per esaltare funzionalità e abitabilità e rispetto all'attuale Prius offre un'area di carico più lunga di 1 cm e più larga di 5,5 cm, grazie ad un nuovo posizionamento del sistema di raffreddamento delle batterie. Lo spazio a disposizione dei passeggeri posteriori è stato incrementato utilizzando sedili anteriori dal profilo più snello. Cinque sono i posti disponibili a bordo. Il design della plancia si collega fluidamente alla console e come un ponte al tunnel centrale, sfruttando lo spazio sotto la leva del cambio elettronico per ricavare nuovi piccoli vani.
Una interessante innovazione è rappresentata dal Touch Tracer, un sistema che visualizza nel pannello strumenti l'icona del pulsante azionato sul volante. Il cosiddetto "ECO indicator" offre invece sul display multifunzione suggerimenti per ridurre i consumi. L'abitacolo della Prius 2010 fa anche grande uso di plastiche "ecologiche", principalmente di origine vegetale, utilizzate nelle imbottiture dei sedili e in varie pannellature, visibili e non.

MECCANICA: NOVITA' SOTTO LA PELLE
Totalmente nuovo e più potente è il motore a combustione interna, un 4 cilindri VVT-i di 1,8 litri a ciclo Atkinson, con una potenza massima di 98 CV a 5.200 giri/mine una coppia massima di 142 Nm a 4.000 giri/min. La maggior cubatura, contrariamente a quanto si possa credere, contribuisce a ridurre i consumi con un funzionamento a regimi mediamente inferiori, almeno su percorsi extraurbani e autostradali. Il motore elettrico è del tipo sincrono a magneti permanenti e, come il 1.8 a benzina, trasmette il suo moto alle ruote anteriori tramite il cambio a variazione continua CVT a controllo elettronico. La potenza di tutto il sistema ibrido arriva a quota 134 CV e grazie ad un pacco batterie nichel-metallo idruro il consumo combinato città/autostrada si attesta sui 4,7 litri per 100 km. Si tratta di un risultato che va a migliorare i già buoni risultati della Prius prima serie (5,74 l/100 km) e della seconda serie (5,11 l/100 km). L'accelerazione 0-96 km/h richiede 9,8 secondi, contro gli attuali 10,5 secondi.

Il sistema Hybrid Synergy Drive è stato rinnovato nel 90% delle componenti, come lo schema transaxle che riduce del 20% le perdite di trazione, l'inveter corrente continua/alternata più piccolo e leggero e il sistema di recupero energia in frenata. Come le generazioni precedenti, anche la Prius 2010 si comporta da ibrida "totale", in grado cioè di muoversi indifferentemente con trazione elettrica, a benzina o combinando i due sistemi come generatore/motore. Tre sono le modalità di funzionamento della nuova Prius: EV-Drive Mode per muoversi a bassa velocità con la sola spinta del motore elettrico, Power Mode per una guida più sportiva e reattiva ai comandi, Eco Mode per i consumi ridotti.

Lo schema sospensioni è rimasto invariato ma gli angoli caratteristici sono stati modificati per migliorare stabilità e tenuta di strada. I freni sono finalmente a disco su tutte le ruote. I cerchi in lega di serie misurano 15 pollici di diametro e montano gomme 195/65 R15, ma su richiesta è possibile montare ruote da 17 pollici con pneumatici 215/45 R17.
Per alleggerire la vettura sono stati utilizzate parti in alluminio per il cofano motore, il portellone, le sospensioni anteriori e le pinze freno, mentre acciaio ad alta resistenza ha trovato impiego nel montante centrale e nei rinforzi al tetto.

EQUIPAGGIAMENTI E SICUREZZA
Fra gli equipaggiamenti più interessanti e utili sono da citare il tettuccio apribile a pannelli solari, posizionato sopra i sedili posteriori e in grado di alimentare un sistema di ventilazione interna: un motorino elettrico alimentato dalle celle fotovoltaiche provvede a mantenere in circolazione l'aria nell'abitacolo, mantenendo bassa la temperatura e riducendo al minimo l'uso del climatizzatore una volta in movimento. Lo stesso sistema sfrutta le sole batterie per avere la temperatura desiderata quando si entra in auto. Per ridurre sprechi e consumi sono stati installati LED a basso consumo energetico per le luci di posizione e stop, è stato reso più efficiente l'impianto di condizionamento e il sistema di recupero calore dallo scarico contribuisce a riscaldare il motore negli avviamenti a freddo.

A livello di sicurezza la Prius III offre airbag frontali e laterali per i posti anteriori, airbag a tendina per tutti gli occupanti e un airbag per le ginocchia del conducente. A questi si sommano i poggiatesta attivi, ABS, EBD, Brake Assist, controllo elettronico della stabilità e della trazione. Opzionale è il Dynamic Radar Cruise Control, sistema di regolazione della velocità che funge anche da avvisatore di abbandono involontario della corsia di marcia e da sistema di pre-tensionamento cinture e frenata automatica in caso di impatto imminente. L'Intelligent Parking Assist semplifica le manovre di parcheggio con una telecamera posteriore che si attiva all'inserimento della retromarcia, mostra lo spazio di manovra in coda e offre (in opzione) indicazioni vocali.

I prezzi della Prius 2010 saranno annunciati solamente nell'imminenza del lancio commerciale, previsto negli USA per la tarda primavera 2009.

Toyota Prius 2010

La nuova Toyota Prius 2010. Evoluzione ibrida

Scheda Versione

Toyota Prius
Nome
Prius
Anno
2009 (restyling del 2011) - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
ibrida
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Novità , Toyota


Listino Toyota Prius

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.8 H ECVT Active anteriore elettrico 136 1.8 5 € 27.850

LISTINO

1.8 H ECVT Style anteriore elettrico 136 1.8 5 € 28.850

LISTINO

1.8 H ECVT Lounge anteriore elettrico 136 1.8 5 € 33.550

LISTINO

 

Top