dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 13 gennaio 2009

Buick LaCrosse

Americana, ma non troppo

Buick LaCrosse
Galleria fotografica - Buick LaCrosse Galleria fotografica - Buick LaCrosse
  • Buick LaCrosse  - anteprima 1
  • Buick LaCrosse  - anteprima 2
  • Buick LaCrosse  - anteprima 3
  • Buick LaCrosse  - anteprima 4
  • Buick LaCrosse  - anteprima 5
  • Buick LaCrosse  - anteprima 6

Già anticipata dalla Buick Invicta Concept, al China Auto Show 2008, e quindi da un primo teaser, è stata ora ufficialmente rivelata la nuova Buick LaCrosse, berlina "premium" del marchio americano, che debutterà all'imminente NAIAS di Detroit. La correlazione tra Cina e Stati Uniti non è causale: nord America e paesi orientali sono infatti i mercati di riferimento della LaCrosse, la cui versione precedente risale al 2004.

DESIGN: MODERNA ELEGANZA TRA ORIENTE E OCCIDENTE
La nuova LaCrosse ha linee dinamiche e "scultoree" che, da una parte, proseguono un percorso già avviato con alcune concept cars a marchio Buick, dall'altro si inseriscono in un quadro generale di design che coinvolge anche altri marchi della "galassia" GM, a cominciare da Opel e nel caso specifico dalla recente Insignia. Dovendo, tuttavia, essere gradita ai mercati occidentali e a quelli orientali, il design è stato definito in modo congiunto dai centri stile General Motor di Warren e Shanghai. Il risultato estetico è piuttosto gradevole e non privo di elementi caratterizzanti: ad esempio, la piega centrale negli scudi e nel cofano anteriore, la calandra cromata in forte evidenza (a simboleggiare una vettura "di lusso", ma anche una "tipica" Buick), i fari anteriori allungati, la linea ondulata che scolpisce i fianchi, piegandosi sinuosamente all'altezza della maniglia posteriore, il tetto spiovente a guisa di coupé 4 porte, che si integra in un codino alto e poco sporgente. Le numerose cromature accentuano l'idea di vettura dalle finiture elevate, mentre i cerchi in lega di grandi dimensioni (fino a 19 pollici) costituiscono, anche visivamente, un solido "appoggio" per la carrozzeria, ma senza eccedere nell'ostentare la sportività.

INTERNI CALDI ED AVVOLGENTI
La stessa fluidità che caratterizza la carrozzeria della LaCrosse 2010 si riscontra anche nell'abitacolo a 5 posti, caratterizzato da una plancia avvolgente, le cui linee proseguono anche nelle portiere e nella consolle centrale senza soluzione di continuità. Una certa attenzione è stata posta anche nella scelta dei materiali - cromo satinato, radica, pelle - e nella combinazione dei colori interni, a cominciare dalle finiture in due toni principali e dalla strumentazione "cool blue". Il tutto completato dal sistema "QuietTuning", insieme di soluzioni ingegneristiche per la riduzione dei rumori interni.

TECNOLOGIA MODERNA
Come prevedibile, la nuova LaCrosse sfoggia le più recenti applicazioni elettroniche, riguardanti sia l'infotainment e la vita a bordo, sia la sicurezza attiva e passiva. A seconda degli allestimenti sono previsti accessori quali sistema di navigazione satellitare integrato, connettività Bluetooth-USB, schermi integrati nei poggiatesta posteriori, display proiettato nel parabrezza, fari auto-adattativi, avviso di superamento della linea di carreggiata, telecamera posteriore. Sono previsti anche airbag frontali, laterali e per la testa, e controllo elettronico di stabilità e trazione.

MOTORI V6, TRAZIONE ANTERIORE O INTEGRALE
La progettazione della Buick LaCrosse non ha coinvolto soltanto nord America e oriente, ma anche l'Europa: il pianale è infatti il medesimo "GM Epsilon II" in comune alla nostra Opel Insignia, e l'ingegnerizzazione è stata effettuata coinvolgendo il centro tecnico europeo. L'obiettivo del "tuning" è stato di ottenere una guida prima di tutto confortevole, ma senza rinunciare a precisione e sicurezza. Nella versione per il mercato americano, sono previsti due motori V6 a iniezione diretta di benzina: il 3.0 litri da 255 CV e 286 Nm di coppia massima, che equipaggia la versione base CX e la più rifinita CXL, e il 3.6 litri da 280 CV e 354 Nm della top di gamma CXS, che comprende tra l'altro anche le sospensioni attive a controllo elettronico. A tutti i motori è associato un cambio automatico "Hydra-Matic" a 6 rapporti, con marce scalabili anche manualmente in modo sequenziale; la trazione è anteriore, ma sulla CXL può essere integrale "intelligente", a richiesta. La produzione della LaCrosse inizierà la prossima estate presso la fabbrica Fairfax Assembly di Kansas City.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Anticipazioni , General Motors


Top