dalla Home

Curiosità

pubblicato il 9 gennaio 2009

Auto blu: sì o no?

A New York il sindaco le vende. In Italia è record mondiale di utilizzo

Auto blu: sì o no?

Risparmiare circa 20 milioni di dollari, ovvero più di 14 milioni e mezzo di euro. E' questo l'obiettivo di Michael Bloomberg, il sindaco di New York, che ha deciso di vendere parte della flotta di auto comunali per contrastare la crisi economica che avanza. Tradotta in numeri la cura dimagrante significherà 700 veicoli in meno rispetto agli attuali 6.800 a disposizione dei funzionari della pubblica amministrazione newyorkese. Forse un piccolo passo, tutto sommato, perché se la stessa decisione fosse adottata dai politici italiani la cifra non avrebbe eguali.

Il nostro paese, infatti, ha recentemente raggiunto un primato mondiale non proprio invidiabile: il più grande parco di auto blu del pianeta. Le autovetture di servizio contate dall'Associazione Contribuenti Italiani sono 607.918, un numero impressionante che induce a riflettere sulla loro effettiva capacità di essere ancora uno status symbol (visto che ce ne sono tante in circolazione) e che lascia ipotizzare tanti sprechi più che reali bisogni, come è capitato che TG satirici (Striscia la Notizia in testa) mostrassero ai cittadini.

I responsabili, secondo l'Associazione Contribuenti Italiani, sarebbero gli amministratori pubblici e, nonostante nel 1991 sia stata approvata una legge che limita l'uso delle auto blu ai soli Ministri, Sottosegretari e ad alcuni Direttori Generali, il numero di queste autovetture è persino aumentato. In due anni c'è stata una crescita del 6%: da 574.215 unità si è passati a 607.918 auto proprie o in leasing, in noleggio operativo ed in noleggio a lungo termine, presso lo Stato, le Regioni, le Province, i Comuni, le Municipalità, le ASL, le Comunità Montane, gli Enti Pubblici, gli Enti Pubblici non economici, le Società misto pubblico-private e le Società per azioni a totale partecipazione pubblica.

Se anche in Italia lo Stato decidesse di vendere una parte di questa consistente flossa, chissà quanti soldi si risparmierebbero, essendo al primo posto in classifica per auto blu. Al secondo, invece, ci sono gli Stati Uniti, con 75 mila auto, al terzo la Francia (con 64 mila) e a seguire Regno Unito (55 mila auto), Germania (53 mila), Turchia (52 mila), Spagna (42 mila), Giappone (31 mila), Grecia (30 mila) e Portogallo (23 mila).

Autore:

Tag: Curiosità , new york , record


Top