dalla Home

Mercato

pubblicato il 7 gennaio 2009

Produzione Toyota: stop di 11 giorni in Giappone

12 stabilimenti coinvolti tra febbraio e marzo

Produzione Toyota: stop di 11 giorni in Giappone

Toyota fermerà 12 dei suoi stabilimenti giapponesi per 11 giorni tra febbraio (6 giorni) e marzo (5 giorni). Una decisione che ha un solo precedente nel 1993 quando, il calo delle esportazioni dovuto allo yen forte, indusse la Casa giapponese a fermare in agosto tutti i suoi impianti, ma per un solo giorno.

Lo stop fa seguito a quello già annunciato di fermare 12 fabbriche per 3 giorni a gennaio. Sono quindi complessivamente 14 i giorni nell'arco di tre mesi che gran parte dell'apparato produttivo delle Tre Elissi in Giappone rimarrà fermo. Un dato che dà ancora di più la dimensioni della crisi di vendite che attraversa tutto il mondo e che coinvolge tutti i modelli della gamma. Oltretutto nel paese del Sol Levante le vendite, dopo un sussulto a inizio anno, sono rallentate fino a 3,2 milioni di unità annue. Numeri del genere non si vedevano da 34 anni.

A questo si aggiungono gli ultimi dati di vendita negli USA dove Toyota ha venduto ben 400 mila veicoli in meno rispetto al 2007 con un calo del 15,4% che a dicembre ha raggiunto il 36,7%, più di Ford (-31,2%), General Motors (-32,3%) e Honda (-34,7%). La Casa giapponese aveva già fermato i propri impianti per 3 mesi in Alabama, Indiana e Texas (dove è in corso una riconversione) e per due giorni a dicembre in tutti gli stabilimenti nordamericani, canadesi e messicani inclusi. La prossima sosta forzata in Giappone riguarderà invece quattro stabilimenti di assemblaggio veicoli e il resto dedicati alla produzione di parti.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , Toyota , produzione , lavoro


Top