dalla Home

Curiosità

pubblicato il 31 dicembre 2008

GM mette in vendita parte del suo museo

All'asta alcuni pezzi del suo patrimonio storico. La crisi colpisce ancora

GM mette in vendita parte del suo museo

General Motors taglierà parte della sua immensa collezione storica. C'è anche questo tra le voci che subiranno i colpi di forbice del management della Casa di Detroit impegnata in ogni modo per onorare il prestito ottenuto insieme a Chrysler dal governo americano subordinato al raggiungimento di una sostenibilità economica da raggiungere e dimostrare entro il 31 marzo 2009. GM, tuttavia, non si disfarrà dei pezzi più pregiati tra gli oltre mille della sua collezione che si trova nell'Heritage Center di Detroit, ma solo delle duplicazioni e di altri che non fanno parte strettamente della sua storia, come un aeroplano trimotore Ford o vetture create ad hoc per alcuni eventi come il SEMA di Las Vegas, circostanza che attirerà sicuramente l'interesse degli appassionati del tuning.

La lista non è stata ancora finalizzata, ma il manager del museo GM, Tom Freiman, assicura che l'integrità della collezione non sarà intaccata. Inoltre la vendita attraverso aste non avverrà in una sola volta, ma comincerà il prossimo mese a Scottsdale, in Arizona e proseguirà in aprile a Palm Beach, in Florida. A curare le aste sarà la Barret-Jackson, la stessa società che per GM si è occupata negli ultimi 5 anni del reperimento e dell'acquisto di autovetture che riguardavano la storia della Casa. Ma il problema adesso è il futuro.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Curiosità , General Motors


Top