dalla Home

Tuning

pubblicato il 2 gennaio 2009

9ff Draxster

La 911 modificata minaccia la Veyron

9ff Draxster
Galleria fotografica - 9ff DraxsterGalleria fotografica - 9ff Draxster
  • 9ff Draxster - anteprima 1
  • 9ff Draxster - anteprima 2
  • 9ff Draxster - anteprima 3
  • 9ff Draxster - anteprima 4
  • 9ff Draxster - anteprima 5
  • 9ff Draxster - anteprima 6

"Il sonno della ragione genera mostri", recita un famoso detto. In questo caso un eccesso di fantasia ha prodotto qualcosa di inaudito: la 9ff Draxster. Un "mostro di potenza" apprezzabile dal punto di vista della pura ricerca ingegneristica nell'ambito del tuning applicato alla Porsche 911: come dire che oltre questi limiti è molto difficile andare. Oppure un "mostro di illogicità", l'apoteosi dell'esagerazione senza alcun tipo di logica. Ai lettori la scelta di giudicare. Da una Porsche 911 9ff ha ricavato un'auto non facilmente definibile; anche il termine dragster appare fin troppo scontato. Il 6 cilindri boxer è stato portato a 4 litri di cilindrata e, con l'applicazione di due turbocompressori, si sono ottenuti 1.300 cavalli e 1.190 Nm di coppia massima. Il peso è stato ridotto in maniera proporzionale all'aumento dei cavalli ed ora la 9ff Draxster fa segnare sull'ago della bilancia 1.168 kg, molto meno di una Porsche 997 GT3 RS.

Con queste impostazioni non è difficile immaginare di cosa sia capace la 9ff Draxter. Per adesso il costruttore ha rivelato un solo dato prestazionale: l'accelerazione da 0 a 260 km/h. Per raggiungere tale valore velocistico la 911, adeguatamente modificata, impiega un tempo di 9 secondi e 5 decimi. Un dignitoso silenzio di fronte a un'auto praticamente inutilizzabile su strada? Forse 9ff spera che qualche autorità burlona decida di togliere i limiti in autostrada e di piazzare, qua e là, qualche semaforo per lasciare ai più matti l'ebbrezza di una gara di accelerazione...

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Tuning , Porsche , tuning


Top