dalla Home

Mercato

pubblicato il 29 dicembre 2008

Daimler e Evonik, accordo al litio

La Stella ha scelto il partner per "elettrificare" la gamma

Daimler e Evonik, accordo al litio

Daimler ed Evonik - gruppo tedesco attivo nei settori di energia chimica e immobiliare presente in oltre 100 paesi con 43mila dipendenti e 14,4 miliardi euro di fatturato - hanno stabilito un accordo strategico per lo sviluppo delle batterie al litio che supporteranno il processo di elettrificazione delle vetture prodotte dal gruppo di Stoccarda. L'accordo, prevede l'ingresso di Daimler nel capitale della Li-Tec, azienda del gruppo Evonik, per il 49,9% e la costituzione di una nuova joint-venture nella quale la Stella avrà il 90% con lo scopo preciso di sviluppare e produrre batterie al litio. Questo accordo prevede anche l'ingresso di un terzo partner e che le batterie prodotte possano essere cedute anche a terzi.

Con questo contratto si uniscono due giganti tecnologici nel campo dell'elettrificazione e delle batterie al litio. Da un lato, infatti, Daimler ha depositato negli ultimi 30 anni oltre 600 brevetti associati ai veicoli a propulsione elettrica (230 dei quali nel campo della tecnologia degli ioni di litio), dall'altro c'è un'azienda che ritiene di avere una tecnologia a celle piatte separate da piastre ceramiche che unisce densità di potenza (rapporto tra dimensioni ed energia erogabile), sicurezza e modularità che consente la produzione standardizzata di batterie dalle dimensioni e capacità diverse, dunque con costi industriali che dovrebbero teoricamente essere più contenuti anche per la gestione del ciclo di vita.

Secondo Daimler, l'elettrificazione è il futuro della mobilità e prevede un giro di affari per 10 miliardi di euro per le batterie al litio dei quali quattro legati solo ai materiali, dall'altro lato il governo tedesco ha come obiettivo un milione di vetture elettriche sulle proprie strade entro il 2020. I primi prodotti a beneficiare dell'accordo Daimler-Evonik dovrebbero essere la smart ED seguita dalla Classe B Hydrogen e da tutti gli altri prodotti ibridi, elettrici e con celle a combustibile che cambieranno la fisionomia della gamma dei modelli Mercedes e smart.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , Mercedes-Benz


Top