dalla Home

Curiosità

pubblicato il 21 dicembre 2008

Collezionismo e investimenti

L'auto d'epoca: il rifugio dalla crisi

Collezionismo e investimenti
Galleria fotografica - Gran Premio Nuvolari 2008Galleria fotografica - Gran Premio Nuvolari 2008
  • Gran Premio Nuvolari 2008 - anteprima 1
  • Gran Premio Nuvolari 2008 - anteprima 2
  • Gran Premio Nuvolari 2008 - anteprima 3
  • Gran Premio Nuvolari 2008 - anteprima 4
  • Gran Premio Nuvolari 2008 - anteprima 5
  • Gran Premio Nuvolari 2008 - anteprima 6

Nonostante le crisi di soldi ce ne sono sempre ed i fortunati che possono, cercano di diversificare gli investimenti spostando risorse da prodotti finanziari che non presentano più l'appeal di prima a prodotti meno rischiosi ed ai cosiddetti beni rifugio: negli investimenti immobiliari (con la crisi si compra bene), nel monetario, in opere d'arte, oggettistica ed antiquariato, in oro ed anche in auto di un certo tipo. Ecco quindi che il mondo del collezionismo, quello delle auto in qualche modo considerate storiche, sembra essere colpito - almeno per il momento - in misura meno pesante rispetto al resto dell'universo a quattro ruote.

Le quotazioni, stando all'andamento delle aste internazionali, tengono e, si badi bene, non ci stiamo riferendo esclusivamente ai soliti pezzi unici o quasi che, benché "sfiorati" dalla crisi, continuano a spuntare quotazioni a sei zeri, ovviamente in euro; se alla recente asta RM di Londra una McLaren F1 - esclusiva GT a tre posti a guida centrale - ed una Ferrari 250 Tour de France hanno spuntato rispettivamente 3,5 e 2,9 milioni di euro, a casa nostra, e non solo, continuano ad essere vivaci gli scambi sia tra privati e sia in sede d'asta. Se in passato si aggiudicava, in corso d'asta, almeno il 70 % del proposto, oggi siamo scesi sul 50% ma stiamo parlando di un bene certamente non primario quale un'auto storica o d'interesse storico.

Sta comunque cambiando, all'interno di questo mondo del tutto particolare, l'approccio di molti acquirenti: se un tempo si prediligeva l'auto d'antan indipendentemente dalla sua praticità, oggi si cerca un mezzo potenzialmente fruibile nel quotidiano o quasi.

Questo orientamento riguarda auto di anzianità compresa fra i 20 e 30 anni e relativamente poco costose; ecco quindi salire pian piano di quotazione i modelli Porsche un tempo snobbati come la 914/4 o la serie delle 924-944-928 che vengono offerte a prezzi compresi fra i 5 ed 15-18 mila euro, con punte verso il basso (attorno ai 2000 euro) per 924 dichiarate in ordine ma magari da reimmatricolare, e picchi sui 15-18 mila e più per esemplari in condizioni di eccellente conservazione o recentemente ricondizionati o restaurati, con libretto tagliandi regolarmente vidimato agli intervalli prescritti in officine autorizzate e con pochi chilometri effettivi in rapporto all'età.

Analogo andamento di mercato viene registrato per le Alfa in particolare dagli anni '70 in poi, per alcuni esemplari Fiat e, costanti evergreen, per le classiche inglesi.

Interessante notare come si stia parlando di oggetti il cui valore compreso in una fascia di prezzo fra 10 e 30mila euro, una diversificazione di investimento che costa poco in spese fisse (bollo ed assicurazione per auto sopra i venti anni sono ridotte: in media 28/30 euro e 2/300 euro, anche meno) e, nella maggior parte dei casi, anche nelle spese di gestione (per un mezzo con poca elettronica ancora si riesce a trovare il "vecchio" meccanico abituato a "fare" l'anticipo a mano....). Quindi l'appassionato si prende a pochi soldi l'auto dei suoi ricordi giovanili, se la gode per un certo periodo di tempo e, in caso di rivendita, ha la quasi certezza di recuperare, quanto meno, il capitale iniziale.

E gli interessi sul capitale investito? Vista l'esistenza di una componente passionale che concorre a determinare la scelta, sono doppi: l'aspettativa di una rivalutazione a medio-lungo termine soddisfa il raziocinio mentre edonismo e passione vengono appagati dal godimento immediato.

Galleria fotografica - Pebble Beach Concours d'Elegance 2008Galleria fotografica - Pebble Beach Concours d'Elegance 2008
  • 1938 Alfa Romeo 8C 2900B	   - anteprima 1
  • Jon e Mary Shirley, proprietari della Alfa Romeo 8C 2900B - anteprima 2
  • Pebble Beach Concours d\'Elegance 2008	   - anteprima 3
  • Pebble Beach Concours d\'Elegance 2008	   - anteprima 4
  • 1953 Chevrolet Corvette EX122 Prototype Roadster	   - anteprima 5
  • Pebble Beach Concours d\'Elegance 2008	   - anteprima 6
Galleria fotografica - Villa d'Este 2008Galleria fotografica - Villa d'Este 2008
  • Villa d\'Este 2008 - anteprima 1
  • Villa d\'Este 2008 - anteprima 2
  • Villa d\'Este 2008 - anteprima 3
  • Villa d\'Este 2008 - anteprima 4
  • Villa d\'Este 2008 - anteprima 5
  • Villa d\'Este 2008 - anteprima 6
Galleria fotografica - Villa d'Este 2008 - Villa ErbaGalleria fotografica - Villa d'Este 2008 - Villa Erba
  • Villa d\'Este 2008 - Villa Erba - anteprima 1
  • Villa d\'Este 2008 - Villa Erba - anteprima 2
  • Villa d\'Este 2008 - Villa Erba - anteprima 3
  • Villa d\'Este 2008 - Villa Erba - anteprima 4
  • Villa d\'Este 2008 - Villa Erba - anteprima 5
  • Villa d\'Este 2008 - Villa Erba - anteprima 6

Autore: Giovanni Notaro

Tag: Curiosità


Top