dalla Home

Tuning

pubblicato il 20 dicembre 2008

Nissan GT-R Cobra Technology

Il serpente tecnologico

Nissan GT-R Cobra Technology
Galleria fotografica - Nissan GT-R Cobra TechnologyGalleria fotografica - Nissan GT-R Cobra Technology
  • Nissan GT-R Cobra Technology - anteprima 1
  • Nissan GT-R Cobra Technology - anteprima 2
  • Nissan GT-R Cobra Technology - anteprima 3
  • Nissan GT-R Cobra Technology - anteprima 4
  • Nissan GT-R Cobra Technology - anteprima 5
  • Nissan GT-R Cobra Technology - anteprima 6

Il preparatore Tedesco Cobra Technology si è lanciato in una sfida non facile: elaborare la Nissan GT-R, probabilmente l'unica sportiva giapponese in grado di impensierire automobili del calibro di Porsche e Ferrari.

Modificata esteticamente grazie all'adozione di nuove minigonne e di grandi cerchi in lega di colore nero lucido (come la carrozzeria), meccanicamente questa GT-R si distingue per il nuovo impianto frenante potenziato da generosi dischi di 405 mm e pinze a otto pistoncini e per le sospensioni (regolabili elettronicamente in altezza), che garantiscono una maggiore stabilità e azzerano completamente il rollio della vettura.
Per quanto riguarda gli interni, il cliente può scegliere tra degli sportivissimi sedili in fibra di carbonio adatti alle competizioni, oppure può puntare su una più sobria selleria in alcantara.

Per rendere più vigorosa la cavalleria della Cobra sono stati creati due pacchetti di preparazione. Il primo chiamato one-stage comprende un nuovo impianto di scarico con catalizzatore ottimizzato, filtro dell'aria sportivo e l'incremento della pressione dei due turbo di 0.15 bar. Grazie a queste modifiche i cavalli salgono a 550 e la coppia a 660 Nm, che si traducono in un tempo di 3.5 secondi per raggiungere i 100 km/h e una velocità massima di 320 Km/h. Per gli incontentabili c'è un secondo livello di preparazione chiamato Race Performance, che fa schizzare la potenza a 620 CV e la coppia a 800 Nm. La GT-R Cobra sarà disponibile per gli appassionati europei a partire dalla primavera del 2009.

Autore: Francesco Donnici

Tag: Tuning , Nissan


Top