dalla Home

Curiosità

pubblicato il 17 dicembre 2008

Far consumare una Porsche quanto un'utilitaria

Una prova speciale dimostra l’elevata efficienza della nuova 911 Carrera

Far consumare una Porsche quanto un'utilitaria
Galleria fotografica - Una prova dimostra l’efficienza della nuova 911 CarreraGalleria fotografica - Una prova dimostra l’efficienza della nuova 911 Carrera
  • Una prova dimostra l’efficienza della nuova 911 Carrera - anteprima 1
  • Una prova dimostra l’efficienza della nuova 911 Carrera - anteprima 2
  • Una prova dimostra l’efficienza della nuova 911 Carrera - anteprima 3

Tra leggi antinquinamento sempre più restrittive e l'altalenante costo del petrolio, le case automobilistiche sono sempre più impegnate nel progettare auto che inquinino e consumino meno. In questa competizione virtuosa, Porsche ha voluto sfidare se stessa mettendo alla prova l'ultima evoluzione della 911 Carrera in un singolare test drive che dimostra l'efficienza del nuovo motore da 343 cavalli.

A condurre la prova è stato il giornalista televisivo ed ex pilota, Klaus Niedzwiedz, che ha guidato la sportiva di Stoccarda per ben 648 km in strade aperte al pubblico, nelle più disparate situazioni meteorologiche e di traffico, adottando uno stile di guida parsimonioso e facendo attenzione a sfruttare il motore in un arco di giri compreso tra 1.800 e 2.000. Il tutto senza mai superare la velocità di 130 km/h. Il risultato in termini di consumi ha dello sbalorditivo: 6.7 litri per 100 km, confermando che se si guida con attenzione, anche da una sportiva si possono ottenere consumi più che accettabili.

Questo salto di qualità si deve alle nuove tecnologie sviluppate dagli ingegneri Porsche. In primis l'introduzione dell' iniezione diretta di benzina e il nuovo cambio automatico a doppia frizione PDK (disponibile come optional a 3.540 euro) che hanno permesso da un lato di migliorare le prestazioni, dall'altro di abbassare le emissioni inquinanti del 15%. La maggior coppia a disposizione con questo motore consente di limitare i passaggi di marcia, mentre la nuova trasmissione, se usata in modalità automatica, garantisce cambiate molto fluide e, viaggiando in settimana a 130 km/h, ferma l'ago del contagiri a quota 2.000 giri/minuto.

Onore e merito alla Porsche per questi risultati, anche se è difficile pensare che un guidatore tipo di un'auto del genere possa a resistere alla tentazione di spingere almeno ogni tanto sull'acceleratore...

Autore: Francesco Donnici

Tag: Curiosità , Porsche


Top