dalla Home

Accessori

pubblicato il 15 dicembre 2008

Bridgestone Blizzak: scarpe invernali runflat

I nuovi LM-25 e DM-Z3, sicurezza totale senza la paura di forare

Bridgestone Blizzak: scarpe invernali runflat
Galleria fotografica - Bridgestone Blizzak, scarpe invernali runflatGalleria fotografica - Bridgestone Blizzak, scarpe invernali runflat
  • Bridgestone Blizzak, scarpe invernali runflat - anteprima 1
  • Bridgestone Blizzak, scarpe invernali runflat - anteprima 2
  • Bridgestone Blizzak, scarpe invernali runflat - anteprima 3
  • Bridgestone Blizzak, scarpe invernali runflat - anteprima 4
  • Bridgestone Blizzak, scarpe invernali runflat - anteprima 5
  • Bridgestone Blizzak, scarpe invernali runflat - anteprima 6

Non aspettate che nevichi per rimpiangerli, anzi usateli per tutto l'inverno. È quanto vi raccomanda Bridgestone, che presenta la nuova gamma di pneumatici invernali Blizzak aggiungendo ai modelli già esistenti i nuovi LM-25 e DM-Z3, entrambi disponibili anche RFT (Run Flat Tires) e in grado quindi di marciare sgonfi per 80 km fino a 80 km/h evitando di fermarvi a cambiare il pneumatico sotto la pioggia o la neve. Insomma, non solo una bella comodità, ma la sicurezza di evitare situazioni di sicuro pericolo come stare sul ciglio di una strada innevata di notte mentre lottate con i bulloni e accanto vi sfrecciano vetture e camion.

Il nuovo LM-25 è disponibile anche con codici di velocità T (fino a 190 km/h), H (210 km/h) e V (240 km/h), dunque è ideale per le vetture ad elevate prestazioni, siano essere berline o SUV. L'LM-25 ha una rapporto vuoti/pieni superiore del 9% rispetto al passato per garantire un miglior comportamento sul bagnato e un miglior intrappolamento della neve, ma allo stesso tempo, ha nuovi intagli 3D e tasselli più rigidi del 10% in modo da avere prontezza e precisioni maggiori sull'asciutto. Importante è l'elevata percentuale di silice, elemento che assicura un bilanciamento ideale delle prestazioni in tutte le condizioni e una maggiore resistenza all'usura.

Per meglio rispondere a queste diverse esigenze, l'LM-25 è disponibile in tre versioni: una stradale per le vetture di prestazioni medie, l'LM-25v per quelle più veloci e potenti e l'altra definita 4X4 dedicata particolarmente ai SUV e ai crossover di ultima generazione e dotato di tasselli più grandi e rigidi per offrire un miglior comportamento sulle strade bagnate o anche asciutte. Ma a cosa serve un pneumatico invernale sull'asciutto? L'inverno per il pneumatico, ricordano i tecnici Bridgestone, comincia quando la temperatura va sotto i 7 °C. È allora che la mescola comincia a perdere parte delle proprie capacità di aderenza facendo diminuire la sicurezza. Per questo non chiamatelo "da neve", "termico" o "lamellare", ma imparate a chiamarlo "invernale" e a montarlo per un'intera stagione in modo da prevenire tutte le situazioni di potenziale pericolo che bassa temperatura e precipitazioni creano sulle strade.

Per chi invece ha esigenze meno polivalenti e velocistiche, c'è il DM-Z3 con codice di velocità Q (fino a 160 km/h), dotato di un disegno che invece privilegia la trazione sui fondi più scivolosi grazie anche alla mescola Multicell particolarmente porosa in grado di assorbire quel velo d'acqua che si crea per attrito tra il pneumatico e il fondo ricoperto di neve o ghiaccio. In questo modo, l'aderenza migliora e - assicurano i tecnici della Bridgestone - trazione e frenata migliorano del 15% rispetto al pneumatico di precedente generazione. Altre caratteristiche di spicco sono il bordo di bloccaggio 3D per garantire una migliore presa sulla neve e le micro scanalature Riblet per scaricare meglio la fanghiglia.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Accessori


Top