dalla Home

Motorsport

pubblicato il 15 dicembre 2008

Mitsubishi Sport Lancer D-ID alla Dakar 2009

Quattro vetture per puntare alla 13ma vittoria, stavolta con il Diesel

Mitsubishi Sport Lancer D-ID alla Dakar 2009
Galleria fotografica - Mitsubishi Sport Lancer D-ID alla Dakar 2009Galleria fotografica - Mitsubishi Sport Lancer D-ID alla Dakar 2009
  • Mitsubishi Sport Lancer D-ID alla Dakar 2009 - anteprima 1
  • Mitsubishi Sport Lancer D-ID alla Dakar 2009 - anteprima 2
  • Mitsubishi Sport Lancer D-ID alla Dakar 2009 - anteprima 3
  • Mitsubishi Sport Lancer D-ID alla Dakar 2009 - anteprima 4
  • Mitsubishi Sport Lancer D-ID alla Dakar 2009 - anteprima 5
  • Mitsubishi Sport Lancer D-ID alla Dakar 2009 - anteprima 6

Il 2008 è omai concluso, ma alla Mitsubishi hanno già la mente rivolta ai primi giorni del 2009 quando prenderà il via la 31ma edizione della Dakar che partirà il 3 gennaio da Buenos Aires. Sarà articolata in due parti e si concluderà nella capitale argentina il giorno 18 dopo 9.574 km dei quali 5.652 costituiti da 14 prove speciali della lunghezza che va da 215 km fino a 666 km e raggiungono altitudini di 3.000 metri sul livello del mare.
L'arma della casa dei Tre Diamanti per vincere anche quest'anno - e si tratterebbe della 13ma vittoria, l'ottava consecutiva - si chiama Sport Lancer D-ID schierata con i colori della Repsol Mitsubishi Ralliart in quattro esemplari affidati agli equipaggi composti rispettivamente da Luc Alphand e Gilles Picard (Francia), Hiroshi Masuoka (Giappone) e Pascal Maimon (Francia), Stéphane Peterhansel e Jean Paul Cottret (Francia), infine Joan 'Nani' Roma e Lucas Cruz (Spagna).

La Sport Lancer D-ID è la prima Mitsu da corsa con motore Diesel. Si tratta di un V6 di 3 litri common-rail capace di erogare 280 CV e 650 Nm grazie alla sovralimentazione a doppio stadio attraverso due turbocompressori a geometria fissa di dimensioni diverse per avere massima prontezza ai bassi regimi e piena potenza agli alti. Il cambio è sequenziale a 6 rapporti della inglese Ricardo che ha anche fornito il sistema di trazione integrale con tre differenziali bloccabili. Il telaio è tubolare con carrozzeria in carbonio e le sospensioni sono a doppio braccio oscillante con ammortizzatori ovviamente regolabili con un'escursione di 250 mm. I freni sono Brembo con dischi da 406 mm e pinze a 6 pistoncini, i cerchi in alluminio della OZ 7x16JJ calzano pneumatici BFGoodrich 245/80 R16 mentre lo sterzo è dotato di servoassistenza. Da notare che il peso è stato limitato a 1900 kg, recependo in anticipo il regolamento per la classe T1 per vetture di super produzione che andrà in vigore nel 2010, e che uno dei vantaggi del Diesel sarà il consumo anche se i serbatoi sono enormi, ben 460 litri di capacità.

Lo sviluppo della Mitsubishi Sport Lancer D-ID è iniziato nel 2006 con un'intensa attività di sviluppo svolta in Nordafrica, ma ha già dimostrato tutto il suo potenziale stracciando i concorrenti vincendo al debutto il 3 novemebre scorso il Baja Portoalegre 500 in Portogallo con l'equipaggio Peterhansel/Cottret. BMW, Nissan e Volkswagen sono avvisate.

Mitsubishi Sport Lancer D-ID alla Dakar 2009

Quattro vetture per puntare alla 13ma vittoria, stavolta con il Diesel

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Motorsport , Mitsubishi , dakar , piloti


Top