dalla Home

Curiosità

pubblicato il 5 gennaio 2009

Ricerca Nokia: chi si orienta meglio in auto?

Gli italiani secondi solo ai tedeschi

Ricerca Nokia: chi si orienta meglio in auto?

Quante volte ci si perde nei meandri dei centri urbani? In quante occasioni si arriva tardi ad un appuntamento importante perchè non si conosce la strada? Se lo sono chiesti gli uomini della Nokia che hanno condotto uno studio sul senso di orientamento e le abitudini di navigazione di 12.500 automobilisti residenti in 13 paesi del mondo.

In base ai risultati di quest'indagine l'orientamento non risulta il senso più sviluppato tra gli utenti della strada di varie nazionalità. Infatti, il 93% degli intervistati dichiara di smarrirsi regolarmente e questo causa ad una persona su dieci la perdita di un colloquio, di un incontro di lavoro o di un volo aereo. Per alcuni non trovare la strada comporta rinunce nella vita privata: per esempio un brasiliano su dieci manca un appuntamento galante, mentre gli uomini indiani rischiano in diverse occasioni di non presenziare alla nascita dei loro figli. Sarà per scongiurare questi eventi che il 25% degli intervistati utilizza strumenti di navigazione e il 13% si orienta tramite il cellulare.

"Sono sempre più numerose le persone che utilizzano abitualmente le funzioni di navigazione del proprio cellulare o della propria auto e ne riscontrano effetti positivi nella vita di ogni giorno" afferma Andrea Facchini, Direttore Marketing Nokia Italia. "Gli utenti possono personalizzare le funzioni di navigazione dei propri cellulari in linea con i percorsi che percorrono abitualmente e aggiornare le informazioni è più rapido e semplice rispetto alle cartine tradizionali. È addirittura possibile impostare la navigazione satellitare tramite cellulare per evitare ingorghi e cantieri stradali, che spesso fanno imboccare la strada sbagliata".

Nella classifica stilata da Nokia, i più "consapevoli" della loro posizione sarebbero i tedeschi seguiti a breve distanza dagli italiani: l'11% dei nostri connazionali afferma infatti di non essersi mai perso. Tra tutti i paesi presi in considerazione l'Italia è quello in cui l'uso dei dispositivi di navigazione satellitare in auto è più diffuso: un quarto degli italiani si affida a loro per orientarsi. In base a questi dati l'utilizzo dei sistemi di navigazione satellitare è destinato ad aumentare, mentre le cartine tradizionali, gradualmente, scompariranno.

Autore: Valerio Verdone

Tag: Curiosità


Top