dalla Home

Mercato

pubblicato il 10 dicembre 2008

BMW Italia a novembre: un -13% che si fa sentire

Mese nero per la Casa bavarese, anche sugli altri mercati

BMW Italia a novembre: un -13% che si fa sentire

Con i suoi dati relativi alle immatricolazioni in Italia (-29,5%) il mese di novembre 2008 si è trasformato nel peggiore degli ultimi 12 anni. In questo contesto solo le citycar e le auto "ecologiche" hanno mantenuto un buon volume di crescita. Dati alla mano, durante il mese scorso in Italia sono state immatricolete 80.521 unità BMW e MINI (-13,04% al 2007). Un calo che il Gruppo ha registrato anche a livello mondiale. Le vendite nel mese di novembre sono diminuite del 25,4%, con la consegna di 96.570 unità, così che dal mese di gennaio a tutto novembre 2008 il Gruppo ha consegnato ai clienti 1.323.572 auto dei marchi BMW, MINI e Rolls-Royce (-1,8%).

Procedendo l'analisi per singoli marchi, si evince che nel mese scorso BMW ha fatto registrare una diminuzione del 26,2% nelle consegne, con 81.357 unità distribuite su tutti i mercati. Il bilancio per i primi unidici mesi dell'anno ha così raggiunto quota 1.105.112 unità (-3,5%). Stando però alle dichiarazioni ufficiali, in questo contesto negativo un importante successo e un ottimo trampolino di rilancio sarebbe costituito dal lancio sul mercato della nuova Serie 7, disponibile da metà novembre. Fonti ufficiali dicono che già nelle prime due settimane di vendita sono state consegnate 677 unità e, secondo Ian Robertson, membro del Consiglio di Amministrazione della BMW AG responsabile delle vendite e del marketing: "La nuova Serie 7 alza lo standard nel segmento delle auto di lusso. Sia i clienti sia gli esperti sono stati ben impressionati dai consumi contenuti di appena 7,2 litri/100 km della BMW 730d". Novembre 2008 sarà ricordato dal marchio bavarese anche per essere stato il mese in cui, dopo cinque anni dal lancio sul mercato, è stata consegnata la 100millesima auto della Serie 6.

In calo anche il marchio MINI, che a novembre ha consegnato il 20,8% di veicoli in meno rispetto al 2007 (15.103 unità). Per il Gruppo, ciò sarebbe da attribuirsi principalmente al cambio di modello per la MINI Cabrio, che ha terminato la produzione nel mese di agosto e la cui nuova generazione sarà lanciata verso la fine di marzo 2009. Tuttavia, a novembre, la MINI era ancora in testa negli Stati Uniti, dove il marchio è cresciuto del 43,1% raggiungendo un totale di 4.545 unità vendute, e a livello globale il marchio è cresciuto del 7,6% tra gennaio e novembre 2008 rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente).

Le Rolls-Royce vendute a novembre su tutti i mercati sono state invece 110, un numero che tradotto in termini percentuali significa per il Gruppo un -18,5% rispetto al 2007. Tuttavia, per i primi undici mesi dell'anno, le vendite del marchio di lusso sono cresciute significativamente, con 1.055 unità consegate (+28,5%), già superando così il record di 1.010 unità ottenuto nel 2007.

Le condizioni del mercato rimangono difficili anche per la divisione Moto. Le consegne a novembre (5.773 unità) sono state del 3,5% in meno rispetto all'anno precedente (5.980), così che nei primi undici mesi del 2008 sono state consegnate ai clienti 94.237 moto (-1,5%). Per quanto riguarda il mercato italiano, dall'inizio dell'anno sono state immatricolate 14.822 unità con una crescita del 6,2% e con una market share dell'11,2%. Grazie a questi risultati BMW Motorrrad ha già superato negli 11 mesi del 2008 il risultato conseguito lo scorso anno, quando a fine dicembre erano state immatricolate 14.533 unità.

Autore:

Tag: Mercato , Bmw , immatricolazioni , produzione


Top