dalla Home

Mercato

pubblicato il 4 dicembre 2008

Tempo di bilanci per il Gruppo Renault

A Bologna si parla di traguardi raggiunti e si chiede l'intervento del governo

Tempo di bilanci per il Gruppo Renault

Il Gruppo Renault ha colto l'occasione del Motor Show di Bologna per stilare un bilancio dell'anno in corso e, guardando al 2009, per chiedere al governo italiano di intervenire a favore dell'industria dell'auto. Per l'anno prossimo "la nostra previsione è di circa 1.900.000 auto. E' per questa ragione che chiediamo un forte intervento del governo italiano a sostegno del mercato dell'auto e soprattutto dei veicoli più ecologici", ha detto Philippe Dauger, Direttore Generale Renault Italia. "Il nostro mercato sta affrontando una doppia crisi: una crisi finanziaria e una crisi di liquidità. Le carte scelte da Renault per affrontare questo scenario complesso e costruire il suo futuro sono chiare: l'appeal e il low cost, senza rinunciare ai tre valori che fanno parte del DNA di Renault, cioè la qualità, l'ambiente e la sicurezza".

Secondo le sue previsioni, il Gruppo chiuderà il 2008 con poco meno di 2.130.000 veicoli venduti, quindi con un calo del 15%. Tuttavia, come ha avvertito lo stesso Dauger, "questi dati sono quelli del mercato visibile. Se guardiamo il vero mercato, cioè il mercato a privati, il calo è ancora più sensibile: siamo a -27%. Ciò significa che il mercato è stato sostenuto artificialmente con delle immatricolazioni tattiche: km 0, vetture aziendali... Questo mercato è stato drogato. Non possiamo nascondere la verità. Il mercato vero è in crollo".

Merita un discorso a parte il marchio Dacia, una grande "soddisfazione" per il Gruppo, perché, in decisa controtendenza, ha saputo registrare importanti e positivi successi commerciali. Le stime parlano, infatti, di una chiusura a fine anno in progressione del 66%. Sandero è senza dubbio uno dei modelli che più ha saputo imporsi sul mercato, andando ben oltre le aspettative della stessa Renault-Dacia: in pochi mesi solo in Italia ha già registrato 4.300 ordini. In linea con l'attuale tendenza al successo commerciale delle auto a carburanti alternativi c'è anche il particolare successo delle varianti a GPL di modelli come Sandero, Clio Storia e Scénic, che "ci ha permesso di conquistare il 14% di penetrazione sul mercato GPL in Italia", ha detto Dauger.

Dando uno sguardo al 2009, anno in cui il Gruppo ha intenzione di lanciare numerose novità, non manca nel calendario l'impegno di Renault Italia nel promuovere l'attività sportiva. Due i campionati su pista: la Formula 2.0, che negli anni passati ha formato importanti piloti (da Felipe Massa a Kimi Raikkonen) e la CLIO CUP. Inoltre, dopo il grande successo del Trofeo Rally Clio 2008, che ha fatto di Renault la prima marca nei rally in Italia, è stato rinnovato l'impegno rallystico con l'organizzazione di ben 3 trofei.

Renault al Motor Show 2008

Intervista a Philippe Douger, Direttore generale Renault Italia

Dacia al Motor Show 2008

Intervista a Philippe Douger, Direttore Dacia

Autore:

Tag: Mercato , Renault , motor show


Top