dalla Home

Curiosità

pubblicato il 2 dicembre 2008

Enel e smart unite per la mobilità elettrica

100 vetture e 400 punti di ricarica per un progetto congiunto

Enel e smart unite per la mobilità elettrica
Galleria fotografica - Enel e smart unite per la mobilità elettricaGalleria fotografica - Enel e smart unite per la mobilità elettrica
  • Enel e smart unite per la mobilità elettrica - anteprima 1
  • Enel e smart unite per la mobilità elettrica - anteprima 2
  • Enel e smart unite per la mobilità elettrica - anteprima 3
  • Enel e smart unite per la mobilità elettrica - anteprima 4

Enel e smart si uniscono per e-mobility Italy, il primo progetto improntato alla reale diffusione dell'auto elettrica. Dal 2010 nelle città di Pisa, Roma e Milano, ci saranno oltre 100 smart fortwo elettiche in circolazione che si potranno rifornire dalla rete di casa o presso gli oltre 400 punti di ricarica diffusi da Enel nei centri urbani deputati alla sperimentazione. A firmare la lettera d'intenti sono stati l'amministratore delegato e direttore generale di Enel, Fulvio Conti, e il presidente CEO di Mercedes Benz Italia, Bram Schot.

Quest'iniziativa, la cui sperimentazione è prevista per il 2010, ha lo scopo di rendere possibile la diffusione e l'utilizzo efficiente dei veicoli elettrici. Per far entrare le auto elettriche nella vita quotidiana degli automobilisti, mentre Daimler fornirà le fortwo da 41 CV e ben 140 Nm di coppia, spinte da batterie a ioni di litio che assicurano un'autonomia di almeno 150 km, Enel si farà carico di sviluppare, realizzare e gestire la tecnologia e la rete di aprovigionamento elettrico. Quello offerto dalle 3 città italiane sarà un ottimo banco di prova per delle vetture che, oltre a contribuire al benessere ambientale del pianeta, consentono un notevole risparmio di carburante: con una spesa di 10 euro un'auto elettrica è in grado di percorrere 280 km, ben 160 in più rispetto ad una vettura alimentata a benzina. Dopo Londra e Berlino, 3 importanti città italiane saranno protagoniste della sperimentazione di una nuova mobilità ecosostenibile. La speranza è che in futuro dalla fase sperimentale si passi, almeno per i grandi centri cittadini, a quella definitiva.

Autore: Stefano Desideri

Tag: Curiosità , Smart , auto elettrica


Top