dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 20 novembre 2008

Mazda3 Sedan al Salone di Los Angeles

Anteprima mondiale negli USA... e per gli USA

Mazda3 Sedan al Salone di Los Angeles
Galleria fotografica - Mazda3 SedanGalleria fotografica - Mazda3 Sedan
  • Mazda3 Sedan - anteprima 1
  • Mazda3 Sedan - anteprima 2
  • Mazda3 Sedan - anteprima 3
  • Mazda3 Sedan - anteprima 4
  • Mazda3 Sedan - anteprima 5
  • Mazda3 Sedan - anteprima 6

La Mazda3, la compatta media giapponese di segmento C, si rinnova, partendo dal mercato americano, cui è dedicata la versione Sedan: il debutto, in anteprima mondiale, avverrà al Salone di Los Angeles, dal 21 al 30 novembre 2008.

ESTERNI: PROVE GENERALI DI DESIGN "NAGARE"
Già da qualche tempo, le realizzazioni di Mazda sono etichettate con l'appellativo "Zoom-zoom": un design teso e dinamico, con alcune caratteristiche (ad esempio, il parafango anteriore in forte rilievo e l'andamento a cuneo della fiancata) tali da rendere le forme accattivanti e di intonazione sportiva. I designer Mazda (capitanati da Kunihiko Kurisu) hanno ulteriormente affinato la loro filosofia, attraverso una serie di concept cars presentate nei saloni internazionali: "Nagare", ossia "fluente", è la nuova parola d'ordine di un design ispirato ai flussi e alle linee di forza degli elementi naturali. Forse la Mazda3 Sedan, auto di impostazione classica e rassicurante su un pianale di media grandezza, non è il modello più indicato per la sperimentazione; in ogni caso, avvisaglie di modernità si possono notare negli elementi del frontale, nei fari appuntiti e allungati (disponibili anche con luci bi-xeno auto adattanti), nelle linee di raccordo tra montante posteriore e cofano bagagli (corto e massiccio, ma con un accenno di spoiler in alto), negli scudi paraurti "solcati" da ricercate linee. A proposito del frontale, l'insieme appare visivamente più basso e "affusolato" di quanto non sia in realtà grazie all'ampia bocca inferiore, alle prese d'aria laterali, alla sagomatura di cofano e parafanghi: sarà questo il nuovo "family feeling" del marchio.

INTERNI: SPORTIVI ED ELEGANTI
Cambiano anche gli interni, che derivano sostanzialmente da quelli precedenti, ma con alcune novità. Le bocchette circolari e la strumentazione ad elementi singoli, come pure i comandi circolari della climatizzazione, sono, per così dire, di "scuola Alfa Romeo", mentre più ispirati alla tradizione tedesca sembrano essere la consolle centrale, con due bocchette rettangolari in alto, la "palpebra" ad arco che racchiude altri elementi della strumentazione, tra cui il navigatore, e la pulitissima parte destra, con finitura in alluminio sopra il cassetto portaoggetti; nuovo anche il volante a tre razze, mentre l'aspetto complessivo rivela una decisa attenzione per ciò che riguarda finiture e materiali. Rispetto alla versione precedente, l'abitabilità è migliorata, i poggiatesta anteriori sono più alti e i sedili più avvolgenti. Inoltre possono essere memorizzate nella chiave elettronica fino a tre diverse posizioni dei sedili elettrici (opzionali). Tra gli altri accessori a richiesta, il climatizzatore bi-zona, un impianto audio Bose a 10 altoparlanti, un sistema di apertura senza chiave con pulsante "Start-stop", la selleria in pelle, ed altro ancora: il principio, comunque, è stato quello di dotare la vettura di dotazioni prima presenti soltanto in auto di categoria superiore.

DUE MOTORI AL DEBUTTO
La Mazda3 Sedan proporrà per il mercato americano due motorizzazioni a benzina: il già noto 4 cilindri 2.0 litri da circa 150 CV a 6.500 giri/min e il nuovo 4 cilindri 2.5 litri da 170 CV, impiegato anche nella recente Mazda6; il cambio è a 5 o a 6 marce meccanico, anche se negli USA il preferito sarà senz'altro lo Sporta-AT a 5 marce con controllo elettronico. Da notare come i nuovi motori siano stati ottimizzati per ottenere accelerazione e ripresa il più possibile progressive, mentre i consumi risultano praticamente identici a quelli della Mazda3 precedente, che pure era più piccola e meno potente. ABS, Dynamic Stability Control, and traction control sono previsti, di serie o in opzione, su entrambi i modelli; di serie che sono sei airbag e poggiatesta attivi.

ASSETTO DINAMICO E SCELTE SOSTENIBILI
Le già buone qualità dinamiche della precedente Mazda3 sono state ulteriormente affinate: lo sterzo ad assistenza elettro-idraulica e le sospensioni MacPherson (anteriori) e multi-link (posteriori) sono stati adattati al nuovo corpo vettura, per garantire un comportamento il più possibile "neutro", ad esempio per ciò che riguarda il rollio; anche i freni sono di grandi dimensioni, sia pur differenti a seconda dei motori. Le doti stradali, tuttavia, non sono a discapito del rispetto dell'ambiente ("Zoom-zoom sostenibile", secondo Mazda): oltre al rispetto delle più recenti normative americane in termini di emissioni inquinanti, e alla riduzione dei consumi, l'intera vettura è realizzata con materiali a basso impatto ambientale, o quasi del tutto riciclabili.

IN ATTESA DELLA MAZDA3 "EUROPEA"
Molto di quanto indicato per la Mazda3 Sedan, pensata espressamente per il mercato Nordamericano, arriverà più avanti anche da noi europei, quando debutterà la versione a due volumi e 5 porte, pronta a sfidare le agguerrite concorrenti internazionali.

Scheda Versione

Mazda Mazda3 Berlina
Nome
Mazda3 Berlina
Anno
2008 (restyling del 2011) - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
3 volumi
Porte
4 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Sergio Chierici

Tag: Anticipazioni , Mazda


Top