dalla Home

Mercato

pubblicato il 20 novembre 2008

Opel non è in vendita

GM smentisce un'offerta di acquisto e chiude altri impianti in Asia. La crisi è globale

Opel non è in vendita

Un'offerta seria o una mera speculazione? Non sono d'accordo i vertici della General Motors in Europa e quelli dell'azienda tedesca attiva nell'energia solare, SolarWorld. Ques'ultima si sarebbe detta pronta ad acquistare, pagando subito in contanti fino a 250 milioni di euro, quattro impianti tedeschi della Opel insieme al centro di ricerche di Ruesselsheim, sempre in Germania. Karin Kirchner, portavoce di GM Europe, ha invece bollato questa affermazione - riportata dalla Reuters - come pura speculazione, avvertendo che "Opel non è in vendita".

L'AD di SolarWorld, Frank Asbeck, ha però dichiarato alla stessa fonte di essere stato serio nella sua proposta e di essere ancora in attesa di una risposta da General Motors, che, nel caso accettasse, riceverebbe, otre ai 250 milioni di euro in contanti, altri 750 milioni di linee di credito che sono soggette alla garanzia del governo tedesco. Una cifra elevata, di cui il colosso americano avrebbe bisogno, che arriverebbe in un difficile momento, in cui l'amministrazione americana sta valutando la richiesta dei tre big dell'industria dell'auto di ricevere altri 25 milioni di dollari.

La situazione finanziaria di GM, intanto, si aggrava di giorno in giorno. Il continuo calo dei suoi titoli in borsa è accompagnato dal susseguirsi di stabilimenti che chiudono. Dopo l'annuncio che già dalla fine di dicembre verrà interrotta per due settimane la produzione in cinque stabilimenti GM Daewoo in Corea del Sud, oggi il colosso di Detroit ha reso nota la sospensione dei lavori nella fabbrica di Rayong, la sola che la casa automobilistica USA ha in Tailandia. Un portavoce di GM ha aggiunto che per il momento l'interruzione durerà per due mesi e che questo comporterà la soppressione di 250 posti di lavoro.

"La crisi economica è veramente globale", aveva detto Jay Cooney, vice presidente GM Daewoo, commentando quanto stabilito per la Corea del Sud. "Ciò che si comincia a vedere qui in Asia non è diverso da quanto sta accadendo in Europa ed è già accaduto negli USA".

Autore:

Tag: Mercato , Opel


Top