dalla Home

Eventi

pubblicato il 18 novembre 2008

H2Roma 2008: i numeri di un successo

15 mila visitatori, 60 relatori e oltre 600 prove su strada

H2Roma 2008: i numeri di un successo

Sono stati 3 giorni molto importanti per l'ecologia quelli che dal 13 al 15 novembre hanno visto Piazza del Popolo ospitare la più autorevole rassegna italiana dedicata alla mobilità sostenibile, ovvero "H2Roma Energy&Mobility Show". L'evento, promosso da Cirps - Centro Interuniversitario per lo Sviluppo Sostenibile della Sapienza Università di Roma; Istituto Tecnologie Avanzate per l'Energia (Itae) del Cnr ed Enea, ha portato a Roma oltre 30 modelli e prototipi di vetture ecocompatibili, 13 marchi leader del settore Automotive, 10 istituti, università e centri di ricerca per fare il punto su innovazione tecnologia e ricerca, che consentono già oggi di costruire un futuro della mobilità a zero emissioni.

Tra gli espositori che hanno partecipato all'evento il PoloIdrogeno della Regione Lazio, il Cirps Sapienza Università di Roma, Itae-Cnr, e quelli dei leader internazionale dell'auto: Bmw, General Motors con i marchi Opel, Saab e Chevrolet, Honda, Mercedes-Benz e Smart, Nissan, PSA Peugeot - Citroën, Toyota, Lexus e Volvo. Ad H2Roma i visitatori hanno avuto l'occasione unica di conoscere e provare prototipi e vetture con le soluzioni tecnologiche più avanzate per ridurre l'impatto ambientale: dal gpl al metano, dal biofuel all'ibrido benzina e ibrido diesel, per arrivare all'elettrico e all'idrogeno liquido e con tecnologia fuel cell.

Molto gettonate le prove su strada che hanno consentito al pubblico di toccare con mano gli sviluppi automobilistici impronatati all'ecologia: sono state oltre 600 i test drive su vari modelli messi a disposizione dalle case costruttrici e gestiti da OmniAuto.it e dalla scuola di guida sicura X-driving. Gli oltre 15.000 visitatori, hanno avuto l'occasione di conoscere anche le tecnologie ecocomapatibili del futuro. Tra le anteprime nazionali di Piazza del Popolo, l'ibrido diesel PSA Peugeot - Citroën, il concept elettrica Denki Cube di Nissan, Mercedes Classe A Fuel Cell, la soluzione a idrogeno mai guidata prima in Italia in esposizione e in test drive. A disposizione del pubblico anche l'autobus a idrogeno della Regione Lazio.

Workshop, incontri e dibattiti su temi che vanno dalla mobilità in città con city-car e suv fino alla ricerca e sul futuro dell'auto a zero emissioni e le percezioni dei clienti su auto e ambiente dalla voce dei concessionari, si sono susseguti nell'arco della manifestazione. E' stato inoltre presentato il nuovo spazio espositivo del prossimo Salone Internazionale dell'Auto di Bologna, "Innovation Cube", che porta la doppia firma di H2Roma e Motorshow e sarà dedicato a ambiente, sicurezza, infomobilità e design. Ma H2Roma quest'anno è andata anche oltre il mondo delle quattro ruote. L'Associazione CulturaEnergia (ACEN) con designer di fama internazionale nel campo dell'automotive e della nautica, ha infatti presentato "Landwater", una tecnologia a impatto zero che viaggia non solo su strada ma anche su acqua, perché applicabile non solo sull'auto ma anche alle imbarcazioni.

Presentato inoltre il "PowerLab", il laboratorio sull'energia a zero emissioni del Gruppo Energia e Ambiente (Gea) del Cirps Sapienza Università di Roma, da realizzare a Civitavecchia come evoluzione del Polo a idrogeno finanziato dalla Regione Lazio. Il "PowerLab" sarà presentato ai ministeri dell'Ambiente e dello Sviluppo Economico per l'individuazione delle fonti di finanziamento (l'investimento è stimato in 15 milioni di euro). Nell'ultima giornata c'è stato spazio anche per una divulgazione della mobilità sostenibile. Infatti, per gli studenti e il pubblico è stata effettuata anche una lezione di guida responsabile "Eco-driving" per scoprire tutte quelle tecniche ed accorgimenti che consentono di risparmiare sui consumi e ridurre le emissioni, coniugando ambiente, sicurezza e piacere di guida.

Protagonisti ad H2Roma sono stati gli oltre 2 mila studenti che hanno partecipato alle lezioni e agli incontri organizzati per le scuole. L'Itis Galileo Galilei di Latina, è stato premiato per il progetto proposto al "BMW CleanEnergy Award" 2008, un'iniziativa del BMW Group Italia, per le terze, quarte e quinte classi delle scuole superiori di secondo grado del Lazio. E' stato inoltre presentata l'edizione "BMW CleanEnergy Award 2009", aperta per la prima volta a istituti scolastici superiori non appartenenti al Lazio, che potranno partecipare sviluppando dei progetti sul tema "Il futuro verso una maggiore efficienza: dall'auto alla nostra casa fino alla città senza sprechi".

Infine, in occasione della Settimana per l'Educazione allo Sviluppo Sostenibile Unesco e H2Roma hanno promosso una lezione/dibattito con gli studenti delle superiori sull'importanza della raccolta differenziata e sulla valorizzazione dei rifiuti come combustibili per l'energia e la mobilità.

Autore: Valerio Verdone

Tag: Eventi , h2roma


Top