dalla Home

Eventi

pubblicato il 14 novembre 2008

Nissan ad H2Roma 2008: una scossa verso il futuro

Gli esperti della Casa giapponese guardano avanti

Nissan ad H2Roma 2008: una scossa verso il futuro
Galleria fotografica - Nissan ad H2Roma 2008Galleria fotografica - Nissan ad H2Roma 2008
  • Nissan ad H2Roma 2008 - anteprima 1
  • Nissan ad H2Roma 2008 - anteprima 2
  • Nissan ad H2Roma 2008 - anteprima 3
  • Nissan ad H2Roma 2008 - anteprima 4
  • Nissan ad H2Roma 2008 - anteprima 5
  • Nissan ad H2Roma 2008 - anteprima 6

L'auto del futuro è elettrica. Sono d'accordo i ricercatori delle Case e degli altri enti scientifici che partecipano ad H2Roma energy & mobility show , a Roma. Dire "auto elettrica" è parlare tuttavia di molte cose che hanno un unico comun denominatore: il motore elettrico. Siano elettriche pure, ibridi plug-in o fuel cell alimentate a idrogeno, saranno le batterie e i motori a elettroni a farci muovere passando per l'elettrificazione dei veicoli già esistenti che daranno origine a ibridi di diverso tipo. Tutti hanno già in listino o in arrivo qualcosa del genere.

Per l'auto elettrica vera e proprio sono in pole position quelli di Nissan che, con il partner Renault, hanno già stabilito un piano per introdurre l'auto elettrica in tutto il mondo già dal 2010 attraverso accordi pilota in Giappone, USA, Israele, Francia, Danimarca e Portogallo. Tutti sono compresi nel quadro del "Project better place", in attesa dell'offensiva di modelli di serie prevista per il 2012. Uno di questi potrebbe essere la Denki Cube, presente allo stand di H2Roma, e derivato da un modello che è in vendita in Giappone con un motore a benzina da 1,3 litri. La Denki - che in giapponese vuol dire proprio elettrico - Cube ha un motore elettrico alimentato da batterie al litio che Nissan sta sperimentando con il suo partner strategico NEC assieme al quale ha stabilito una joint-venture denominata AESC (Automotive Energy Supply Corporation) i cui frutti saranno anche utilizzati da Renault. Il programma di eco mobilità messo in pista da Nissan, denominato Green Program, è tuttavia molto più articolato e prevede il lancio di una vettura "tre litri" e di un ibrido nel 2010, l'accelerazione della tecnologia plug-in e la maggiore disponibilità di veicoli ad alimentazione multipla tant'è che ad H2 Roma ci sono anche la Micra e la Note Eco con alimentazione bi-fuel GPL. Infine, c'è l'obiettivo della commercializzazione di vetture fuel cell alimentate a idrogeno per il 2015 e anche questa avrà un motore elettrico a farla muovere.

Ma "gli altri" non stanno a guardare. Come annunciato da Mårten Levenstam di Volvo, il Marchio svedese presenterà sul mercato un modello ibrido già nel 2009 e nello stesso anno Mercedes, per bocca di Udo Hartman, senior manager Group Enviromental Protection Mercedes-Benz, introdurrà i suoi ibridi tra cui il primo al mondo con motore Diesel. Il 2009 sarà anche la volta della nuova Toyota Prius,arrivata alla terza generazione. Andrea Enrico Saccone, direttore dei Servizi tecnici post vendita Toyota Motor Italia, ha confermato che ci sarà anche una versione plug-in che attualmente è in prova Francia con Rtf ed è capace di abbattere i consumi fino al 60% grazie alla possibilità di caricare le batterie direttamente dalla presa di casa. Joseph Beretta, project manager settore energia, tecnologia, emissioni automotive di Psa Peugeot Citroen ha confermato che la Casa francese metterà sul mercato il proprio Diesel ibrido alla fine del 2010 e nello stesso anno Honda offrirà la piccola Jazz ibrida e già dal prossimo anno introdurrà a meno di 20mila euro la nuova Insight allargando così la base dei clienti potenziali di questa tecnologia. Nel 2011 sarà invece il turno di General Motors, un veicolo elettrico plug-in con batterie al litio nel quale il motore a pistoni interviene per ricaricarle ed estendere l'autonomia.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Eventi , Nissan , h2roma


Top