dalla Home

Accessori

pubblicato il 11 novembre 2008

Le nuove frontiere dell’assistenza stradale

Europ Assistance presenta l’officina mobile e il servizio Stop&Go

Le nuove frontiere dell’assistenza stradale
Galleria fotografica - L'officina mobile Europe AssistanceGalleria fotografica - L'officina mobile Europe Assistance
  • L\'officina mobile Europe Assistance - anteprima 1
  • L\'officina mobile Europe Assistance - anteprima 2
  • L\'officina mobile Europe Assistance - anteprima 3
  • L\'officina mobile Europe Assistance - anteprima 4
  • L\'officina mobile Europe Assistance - anteprima 5
  • L\'officina mobile Europe Assistance - anteprima 6

Auto in panne. Che sia per una ruota forata o per un guasto meccanico, in città o in autostrada, si tratta di un'esperienza di disagio "tipica" fino a qualche anno fa. Oggi accade molto più raramente, ma quando capita sono guai, vuoi perché perché l'automobilista medio e ormai disabituato a risolvere un qualsiasi inconveniente tecnico, vuoi perché siamo così dipendenti dalla nostra automobile che un blocco forzato della stessa con conseguenti ritardi è in grado di mandarci in tilt la giornata.
E' in tale contesto che i servizi di assistenza stradale hanno conosciuto una crescente diffusione tanto da essere sempre più spesso sottointesi nelle polizze assicurative. Ma più siamo assistiti, più diventiamo esigenti e allora i servizi si evolvono all'inverosimile, come dimostrano le ultime offerte presentate da uno dei leader italiani dell'assistenza stradale, Europ Assistance.

L'OFFICINA DIVENTA MOBILE
Quando la macchina si guasta e si richiede il soccorso, non arriva il tradizionale carro attrezzi bensì "l'officina mobile", un furgoncino attrezzato di tutto punto per risolvere i problemi tecnici direttamente sul posto: all'interno ci sono ferri, batterie di riserva e il MobileScan un dispositivo di diagnostica portatile in grado di dialogare con la centralina dell'auto e fornire una diagnosi in tempo reale sugli eventuali problemi elettronici. Secondo le stime di Europ Assistance l'officina mobile è in grado di risolvere i problemi nel 50% dei casi, il che rappresenterebbe un buon risultato in grado di fare la felicità degli automobilisti sventurati che possono proseguire il viaggio senza passare per l'officina "vera". L'impossibilità di riparare il guasto è ovviamente contemplata: lo stesso furgoncino è progettato per trasportare l'auto presso il centro di riparazioni più vicino grazie ad un sistema di traino integrato.

STOP AND GO, PER CHI NON SI ACCONTENTA
Il tempo è denaro. Un principio che per alcune categorie di automobilisti è inderogabile anche di fronte ad eventi straordinari e imprevedibili. A costoro è dedicato il servizio "Stop and Go" che insieme al carro attrezzi spedisce direttamente sul luogo del guasto (o dell'incidente) un'auto sostitutiva che il cliente può utilizzare da subito per proseguire il viaggio. Questa formula di assistenza stradale "premium" può avvenire in condizioni di viabilità ordinaria (sono dunque escluse le autostrade e le tangenziali) ad una distanza massima di 30 km dal più vicino punto di noleggio. L'assicurato ha infatti a disposizione 24h su 24, 365 giorni l'anno, una delle oltre 1.900 vetture della flotta Rent di Europ Assistance VAI dislocata in ben 213 località sul territorio nazionale. Purtroppo il servizio Stop and Go è attualmente disponibile per i soli clienti business, ma Europ Assistance ci ha confermato l'intenzione di aprire la vendita agli automobilisti privati. Prezzi e condizioni sono ancora da definire.

IL FUTURO (PROSSIMO)
Tempo due o tre anni e già si parla di installare direttamente a bordo delle auto nuove delle centraline in grado di chiamare il servizio di assistenza anche senza intervento dell'automobilista e di trasmettere la posizione geografica del veicolo unitamente alla prima autodiagnosi tecnica per consentire ai soccorritori di arrivare preparati. Insomma, il grande fratello dell'auto è dietro l'angolo e Europ Assistance, che proprio nel 2008 festeggia i suoi 40 anni di attività e un giro d'affari record (311,7 milioni di euro nel 2007 per 3,1 milioni di chiamate di assistenza e 880 mila interventi), si è già candidata per gestirlo.

Autore: Redazione

Tag: Accessori


Top