dalla Home

Curiosità

pubblicato il 30 ottobre 2008

McLaren: tre nuovi modelli per il futuro?

I prezzi del più economico potrebbero partire da 75.000 euro...

McLaren: tre nuovi modelli per il futuro?

Ferrari da sempre stabilisce una certa soglia della ricerca applicata alla sportività automobilistica, almeno nell'ambito delle vetture più diffuse nei listini mondiali. Lo dimostra, ad esempio, la Millechili, il prototipo presentato nel corso delle celebrazioni per i 60 anni del marchio e che ha ulteriormente posto l'attenzione sulla filosofia costruttiva dei prossimi anni: il risparmio di peso.

Oltremanica, tuttavia, la McLaren F1 ha dimostrato dove possa arrivare la cultura britannica. Osannata come una delle più sensazionali auto stradali mai prodotte, la coupé tre posti di Woking è certamente uno dei più illuminanti esempi di dove possa arrivare un'auto stradale. Tale premessa è necessaria alla luce dei programmi McLaren degli ultimi anni. Dopo la recente rivelazione di alcuni nuovi particolari stilistici della vettura siglata con il progetto P11 (a giudicare dalle premesse la peggiore concorrente che si potrebbe aspettare la Ferrari 430 Scuderia) arriva la notizia che i programmi futuri circa la produzione di auto stradali, secondo carmagazine.com.uk, saranno ancora più ambiziosi. Con l'imminente conclusione della collaborazione con Mercedes per la produzione della SLR Roadster (dal 1 gennaio partono gli ordini dell'ultimo modello, la SLR Roadster 722S, tirata in solie 150 unità), il costruttore inglese potrà occuparsi a ruota libera dei progetti in corso: accanto alla P11, infatti, potrebbe vedere la luce una seconda vettura dalle ambizioni più orientate verso la categoria GT. Ma non solo.

Ci potrebbe essere un terzo modello in preparazione e quest'ultimo appare ancora più interessante: si tratterebbe di una vettura da proporre a un prezzo intorno ai 75.000 euro, il che consentirebbe alla futuribile McLaren di invadere, ad esempio, il territorio della Porsche 911. Naturalmente, una simile auto non potrebbe sfoggiare le tecnologie e i materiali della stessa P11 e sicuramente farebbe uso di componenti molto più tradizionali (acciaio e alluminio) ma sarebbe comunque in grado di proporre un prodotto altamente competitivo. Mercedes, che già possiede il 40% di McLaren potrebbe essere il fornitore dei motori. C'è considerare, nondimeno, l'avvicendamento di Frank Stephenson (designer della Fiat 500, della Mini by BMW e della Maserati MC12) e di Rob Lindley (ex Amministratore Delegato di Mazda UK) nella compagine manageriale di McLaren.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Curiosità


Top