dalla Home

Mercato

pubblicato il 29 ottobre 2008

smart è pronta a sbarcare in Brasile

Il debutto nel 2009. Poi sarà la volta della Cina

smart è pronta a sbarcare in Brasile

smart si prepara a sbarcare anche in Brasile nel 2009 che diventerà così il primo mercato sudamericano per la piccola due posti e l'ultimo dei 37 dove sarà presente. L'annuncio è stato fatto dai vertici della Casa tedesca al Salone dell'Auto di San Paolo e fa seguito al debutto avvento negli Stati Uniti lo scorso anno con buoni risultati di vendita (oltre 18 mila vetture immatricolate nei primi 9 mesi del 2008).

Il perché di questa mossa è presto detto. Il Brasile è un paese in forte crescitae il mercato dell'auto sta accompagnando la sua ascesa economica, ma ha anche alcune grandi metropoli che cominciano ad avvertire tutti gli effetti collaterali della motorizzazione di massa come l'inquinamento e il traffico. San Paolo, ad esempio, conta oltre 10 milioni di abitanti e il suo parco circolante che conta v6 milioni di vetture si arricchisce ogni giorno di circa mille targhe. Un ritmo che presto potrebbe mettere in ginocchio la circolazione nella città paulista. Una vettura che vanta le dimensioni, i consumi e le emissioni della smart fortwo è quanto mai ideale. Non a caso, la Daimler ha previsto la commercializzazione della sua micro vettura anche in Cina dalla seconda metà del prossimo anno dove le città con oltre 10 milioni di abitanti sono parecchie e dove, secondo una ricerca svolta dal Financial Times nel 2007, ci sono 16 delle 20 metropoli più inquinate al mondo e muoiono 750 mila persone all'anno per l'inquinamento dell'aria.

Sia per il Brasile sia per la Cina non si sa ancora se sarà la Casa tedesca a farsi carico della distribuzione e dell'assistenza o se tutto questo sarà affidato ad un importatore locale dotato di grandi capacità finanziarie e manageriali com'è accaduto negli Stati Uniti con Roger Penske. Non si sa neppure quali saranno le motorizzazioni che saranno commercializzate in questi due mercati tra quelle disponibili (benzina, Diesel e ibrida) in attesa dell'arrivo entro il prossimo anno della versione elettrica che già marcia, in via sperimentale, a Londra. Vista inoltre la specificità del mercato brasiliano, è probabile che sia già allo studio una versione alimentata a bioetanolo che tornerebbe utile anche su altri mercati come quello americano e quelli nordeuropei.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , Smart


Top