dalla Home

Mercato

pubblicato il 28 ottobre 2008

IHS Global Insight: la ripresa? Sarà piena nel 2011

La crisi dell’economia reale ci sarà, ma già dal 2010 il vento dovrebbe cambiare

IHS Global Insight: la ripresa? Sarà piena nel 2011

La crisi durerà per tutto il 2009, ma nel 2010 si tornerà a crescere e la ripresa dell'economia diventerà forte e robusta nel 2011. È la previsione di IHS Global Insight, centro di analisi e consulenza americano con sede a Waltham, nello stato del Massachussets, tra i più accreditati grazie a un patrimonio di conoscenze e di presenza maturato durante oltre 40 anni anni di esperienza in ben 170 compartimenti industriali (compreso naturalmente quello dell'automobile) e oltre 200 paesi.

A esporsi sul futuro è il capo economista di IHS, Nariman Behravesh, che non nasconde le grandi difficoltà del momento. "Sì, la recessione sarà profonda ma è altrettanto probabile che la ripresa sarà forte", ha detto. I fattori positivi di recupero, secondo Behravesh, saranno quattro: la caduta dei prezzi delle materie prime alimentari e dei carburanti, le risposte veloci e coordinate dei governi alla crisi e alle sue conseguenze secondarie, le grandi quantità di denaro liquido pompate nel sistema dalla banche centrali e inoltre tutti i provvedimenti fiscali di stimolo che seguiranno.

Parlando del nuovo centro econometrico di IHS Global Insight, Behravesh ha detto che la furia della crisi finanziaria e dello shock petrolifero ha cominciato a dissiparsi, ma anche che "l'impatto sull'economia reale deve essere ancora avvertito completamente. C'è un piccolo dubbio che le previsioni economiche possano peggiorare, anche di molto, prima del miglioramento. Ciononostante, data la netta inversione di tendenza per il prezzo del petrolio e di altri beni, il graduale disgelo dei mercati del credito e la grande quantità di stimoli fiscali e monetari che sono stati già messi in moto o stanno per essere presto attivati, è probabile che la ripresa sia più robusta di quanto molti esperti prevedano al momento".

IHS Global Insight ha tra le sue assistite anche General Motors, Ford, Jaguar e altri grandi fornitori di parti per autovettura. Ovvio quindi che, parlando di ripresa, abbia ben presenti tutte le problematiche attuali dell'industria automobilistica e gli strumenti in suo possesso per risalire la china. Ma quel che rende autorevoli queste opinioni è che, in tempi nei quali tutti si rifiutano di fare previsioni, qualcuno parli e, senza nascondere le difficoltà del momento, lo faccia con una nota di ottimismo. Speriamo.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato


Top