dalla Home

Mercato

pubblicato il 27 ottobre 2008

Il Gruppo Renault scommette sulla Russia

Aumento della produzione a Mosca e partecipazione in AvtoVAZ

Il Gruppo Renault scommette sulla Russia

La Russia è il
primo mercato d'Europa, ma crescerà ancora, e tanto. La pensa così anche il Gruppo Renault che, nonostante un fatturato in calo nel terzo trimestre di quest'anno, ha deciso di dare fiducia al mercato russo che, dai 2,7 milioni di veicoli del 2007 è arrivato, nel 2008, a quota 3,2 milioni e, secondo le stime, potrebbe sfiorare i 4 milioni di veicoli l'anno entro il 2014.

La strategia del Gruppo si muoverà su due fronti: da un lato ci sarà l'offerta, attraverso la società Avtoframos, di una gamma completa di vetture la cui produzione in Russia verrà aumentata, mentre dall'altro la Casa francese debutterà in Autovaz attraverso una partecipazione del 25%.

I primi cambiamenti nella produzione Renault riguarderanno la fabbrica di Mosca, che raddoppierà la propria capacità proprio in un periodo in cui gli stabilimenti chiudono o riducono i turni lavorativi. Forte del successo di Dacia Logan, la capacità produttiva raggiungerà, entro la fine del 2009, le 160.000 unità annue e allo stesso tempo verrà avviato in questo stesso sito l'assemblaggio della Sandero, la berlina due volumi prodotta sulla piattaforma di Logan che sta risquotendo un ottimo successo su diversi mercati. Anche la rete commerciale russa di Renault (attualmente 74 concessionarie e 94 punti vendita) verrà sviluppata, mentre in listino sarà offerta l'intera gamma del marchio francese, comprendente anche la Laguna berlina, la Laguna Sportour, il Koleos e, a partire da novembre, la nuova Renault Symbol.

Infine, in qualità di partner strategico di AvtoVAZ (primo Costruttore in Russia), Renault aiuterà a rinnovare la gamma di prodotti Lada e a migliorarne l'immagine. AutoVAZ utilizzerà le piattaforme di vetture e le trasmissioni francesi e trarrà vantaggio dalle sinergie con Renault-Nissan Purchasing Organization (RNPO) per ottenere una migliore qualità presso i suoi fornitori. Riguardo alle risorse umane, già diversi quadri-dirigenti di Renault sono stati inseriti in posti chiave per aiutare la marca russa a migliorare la sua pianificazione dei prodotti, ingegneria e qualità.

Autore:

Tag: Mercato , Renault


Top