dalla Home

Curiosità

pubblicato il 23 ottobre 2008

Bloodhound Project: obiettivo 1.609 km/h

Gli attuali detentori del record mondiale di velocità lanciano una sfida senza precedenti

Bloodhound Project: obiettivo 1.609 km/h
Galleria fotografica - Bloodhound Project: obiettivo mille miglia orarieGalleria fotografica - Bloodhound Project: obiettivo mille miglia orarie
  • Bloodhound Project: obiettivo mille miglia orarie - anteprima 1
  • Bloodhound Project: obiettivo mille miglia orarie - anteprima 2
  • Bloodhound Project: obiettivo mille miglia orarie - anteprima 3

L'automobile da mille miglia orarie entro il 2011. Se ad annunciarlo non fossero due personaggi di un certo calibro, ci sarebbe da prendere la notizia con un ironico sorriso di incredulità. E invece Richard Noble ed Andy Green, i due detentori dell'attuale record assoluto di velocità su terra (1.227 km/h - 763 miglia orarie ottenuto nel 1997 rispettivamente come capo progetto e come pilota della supersonica ThrustSSC), hanno ufficialmente lanciato oggi il "Bloodhound Project".

Lo scopo è quello di costruire una "vettura" (diciamo così...) supersonica lunga 12,8 metri, pesante 6,4 tonnellate e con triplice propulsione jet, razzo e motore a pistoni. L'affusolato proiettile su ruote sarà costruito nella città inglese di Filton, vicino a Bristol ed è progettato per accelerare fino alle 1.050 miglia orarie (1.690 km/h) in appena 40 secondi.

Il progetto, capitanato dallo stesso Richard Noble, che fin dal 1983 detiene il "Land Speed Record" riconosciuto dalla FIA, prevede una serie di obiettivi successivi per l'avvicinamento al record, stabiliti fin d'ora in 800 miglia orarie entro il 2009, 900 nel 2010 e 1.000 mph nel 2011. Ancora da stabilire è il luogo dove avverranno i tentativi di record, ma, viste le precedenti esperienze positive del Thrust2 e del ThrustSSC nel Black Rock Desert in Nevada (USA), è facile che la scelta finisca su questa piatta distesa desertica.

Sponsor principale del Bloodhound Project è la STP, nota casa prodruttice di additivi per carburanti. Come già accaduto in passato, anche in questo caso saranno necessari ingenti investimenti e per accrescere l'interesse attorno all'impresa gli organizzatori inviteranno gli interessati ad assistere alle varie fasi costruttive della nuova vettura da record.

Le prime immagini ufficiali mostrano come il precedente progetto vincente a due turborerattori affiancati sia stato sostituito da un gruppo propulsivo misto piazzato nella parte superiore del mezzo, con razzo ausiliario in coda; ci rimane il dubbio sull'utilità del motore a pistoni... certo è che Noble e Green sono gli unici al mondo a poter vantare un'esperienza ed una credibilità tali da rendere possibile una "missione impossibile" come questa: connubio fra ingegneria aeronautica e automobilistica il cui risultato deve rimanere attaccato al suolo anche a 1.609 chilometri orari.

Autore:

Tag: Curiosità , record


Top