dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 23 ottobre 2008

"O bevi o guidi". Parola dei produttori di birra

A dicembre una nuova campagna per la "cultura del bere responsabile"

"O bevi o guidi". Parola dei produttori di birra

"Se guidi non devi bere alcolici". Stavolta l'appello arriva da chi l'alcol lo produce. Potrà sembrare strano, ma l'industria della birra italiana, attraverso la voce di AssoBirra (Associazione degli Industriali della Birra e del malto), da tempo si batte contro la guida in stato d'ebbrezza, ovvero a favore della sicurezza stradale. La nuova campagna sul tema alcol e guida varrà lanciata a dicembre e si chiamerà "O bevi o giudi", un aut-aut rivolto ai più giovani che l'associazione ha presentato in occasione della prima Conferenza Nazionale sull'Alcol organizzata dal Ministero del Lavoro e della Salute.

In collaborazione con le autoscuole dell'UNASCA (Unione Nazionale Autoscuole e Studi Consulenza Automobilistica), AssoBirra cercherà di sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza di bere con coscienza, tanto che tra gli obiettivi dell'iniziativa c'è anche quello di far rientrare nei quiz per la patente l'educazione al consumo responsabile dell'alcol. E' importante infatti, secondo l'Associazione, che i minorenni si astengano dal bere alcolici, così come le donne durante la gravidanza.

La nuova campagna, che conferma l'impegno sociale dei principali attori del settore birrario italiano (si pensi che gli aderentiad AssoBirra rappresentano il 98% delle aziande operanti in Italia), fa parte di un Programma più vasto chiamato "Guida tu la vita. Bevi responsabile". Lanciato nel 2007 e tutt'ora in corso, questo programma comprende diverse iniziative, tutte riassunte nel sito beviresponsabile.it e indirizzate verso la formazione di una vera e propria "cultura del prodotto". Gli industriali della birra vogliono infatti promuovere un consumo legato ai pasti, coerente con la tradizione gastronomica mediterranea.

Per saperne di più su "Alcohol Policy", cultura del consumo responsabile, di AssoBirra clicca qui.

Autore:

Tag: Attualità , sicurezza stradale


Top