Attualità

pubblicato il 21 ottobre 2008

I prezzi di benzina e gasolio a -5 e -3 centesimi al litro

Per Federconsumatori e Codacons non basta

I prezzi di benzina e gasolio a -5 e -3 centesimi al litro

Al repentino calo del prezzo del petrolio, finalmente, è seguito quello della benzina e del gasolio. Per la prima volta nell'ultimo anno e mezzo la benzina è scesa sotto quota 1,3 euro/litro. E' il caso dell'Agip, che questo week end ha tagliato di 5 centesimi di euro al litro il prezzo del carburante, portandolo a 1,289 euro al litro, il livello più basso dall'aprile 2007. Anche il gasolio, presso lo stesso marchio, è meno caro di qualche giorno fa: 1,264 euro al litro (-3 cententesimi di euro).
L'esempio dell'Agip è stato seguito anche da altri marchi. Secondo Quotidiano Energia, ribassi tra i listini di oggi e quelli di venerdì scorso ci sono stati pure alla Esso, Q8, Shell e Tamoil.

Un calo apprezzato, ma con riserva, dalle Associazioni a tutela dei consumatori. Secondo il Presidente di Federconsumatori, Rosario Trefiletti, "si può fare di più". La benzina, ma anche il gasolio, "potrebbe scendere ancora di 3-4 centesimi di euro al litro". Una cifra che, secondo il Codacons, potrebbe addirittura essere più alta. "Il prezzo di benzina e gasolio potrebbe essere abbassato di altri 6-8 centesimi di euro al litro", ha detto il presidente Carlo Rienzi. "E' evidente che le compagnie petrolifere stanno continuando a guadagnare alle spalle di consumatori", per questo il Codacons ha chiesto l'intervento dell'Antitrust e delle varie procure della Repubblica sparse sul territorio, "perché aprano delle indagini per accertare se ci siano speculazioni e da parte di chi".

Autore:

Tag: Attualità , guida all'acquisto


Top