dalla Home

Novità

pubblicato il 19 ottobre 2008

MINI E

204 cavalli elettrici e ricaricabili in 2 ore e mezzo

MINI E
Galleria fotografica - MINI EGalleria fotografica - MINI E
  • MINI E - anteprima 1
  • MINI E - anteprima 2
  • MINI E - anteprima 3
  • MINI E - anteprima 4
  • MINI E - anteprima 5
  • MINI E - anteprima 6

204 cavalli di potenza, 220 Nm di coppia, 8,5 secondi per scattare da 0 a 100 km. Eppure stiamo parlando di un'auto a zero emissioni, ecologica con la E maiuscola di nome e di fatto: la MINI elettrica.

Dunque anche il Gruppo BMW si è mosso per dire la sua in tema di propulsione elettrica alimentata da batterie al litio e lo ha fatto annunciando la sperimentazione di questa tecnologia su una flotta di 500 MINI destinate ad altrettanti clienti nordamericani. Le auto saranno consegnate nei prossimi mesi sulla base di un contratto di leasing annuale che comprende anche la manutenzione (ordinaria e straordinaria) e il montaggio di una stazione di ricarica direttamente nel garage di casa. Al termine del periodo, comunque prorogabile, le vetture rientreranno in Germania, nel parco sviluppo BMW, dove saranno sottoposte ad una serie di analisi.

Il cuore della MINI E è un elettromotore da 150 Kw (204 cavalli) approvvigionato di energia da una batteria agli ioni di litio di ultima generazione da 35 kWh in grado di garantire un'autonomia di circa 200 chilometri. Come anticipato il rifornimento, o meglio la ricarica, avviene in due ore e mezza attaccando la vettura ad un'apposita spina di corrente fornita dalla BMW - cosiddetto Wall Box - che può essere montata nel luogo dove viene abitualmente parcheggiata l'auto. In proposito la Casa bavarese dichiara una grande economicità poiché il consumo di una ricarica completa è pari a 28 kWh di corrente.

Abbiamo detto in apertura di articolo che le prestazioni sulla carta sono brillanti in termini di accelerazione e questo nonostante il sensibile aumento del peso della vettura dovuto alla presenza delle batterie. La massa complessiva della MINI E è pari infatti a 1.465 kg contro i circa 1.100 kg di una MINI tradizionale benzina o diesel. In tal senso BMW promette comunque un equilibrio delle masse ottimale e una buona maneggevolezza in qualsiasi situazione, grazie ad una taratura specifica di sospensioni e del controllo della stabilità DSC. Per una MINI che pesa quanto una BMW Serie 3 è un pò difficile da credere, ma si sa che per ridurre o azzerare le emissioni inquinanti c'è sempre uno scotto da pagare...
Sempre in fatto di prestazioni, segnaliamo che la velocità massima è limitata elettronicamente a 152 km/h.

La MINI E è riconoscibile esteticamente per la livrea grigia animata da decalcomanie gialle che riproducono su tetto, cofano motore e sullo sportello del bocchettone di rifornimento, una spina elettrica stilizzata. Di colore giallo sono anche le rifiniture previste per l'abitacolo caratterizzato oltretutto dall'indicatore dello stato ricarica montato dietro il volante al posto del contagiri. Nella strumentazione centrale è invece stato integrato un display supplementare che segnala durante la guida con delle spie LED rosse, quanta corrente viene prelevata oppure, con delle spie verdi, quanto energia viene recuperata in fase di frenata.

La presentazione ufficiale dell'auto è prevista per il Salone di Los Angeles di fine novembre quando dovrebbero essere annunciati anche i costi del contratto di leasing per entrare nella ristretta schiera di clienti MINI a 0 emissioni.

Scegli Versione

Autore:

Tag: Novità , Mini


Top