dalla Home

Home » Argomenti » Carburanti alternativi

pubblicato il 17 ottobre 2008

GPL, benzina e diesel: tutto nello stesso distributore

Rivoluzione nel rifornimento

GPL, benzina e diesel: tutto nello stesso distributore

Tra non molto fare il pieno, almeno per chi possiede un'auto alimentata a GPL, sarà diverso: l'erogatore del GPL si troverà anche nei distributori di benzina e diesel. A stabilirlo è il decreto del Ministero dell'Interno - in vigore da domani - sulle norme per l'installazione di apparecchi multiprodotto in grado di erogare contemporaneamente il GPL con i carburanti liquidi. Le stazioni di rifornimento esistenti dovranno adeguarsi e aggiornare la disciplina antincendio necessaria (entro i termini stabiliti dalla legge), mentre i nuovi impianti saranno obbligati ad introdurre la modalità di erogazione multipla durante i lavori di costruzione.

La norma, con cui l'Italia si adegua finalmente agli standard degli altri paesi europei (dove l'installazione del dispenser multiprodotto è consentita ormai da anni), è l'ultimo sintomo che qualcosa nel mercato dei carburanti è cambiato; già ad aprile era stata introdotta la possibilità per gli automobilisti di rifornirsi di GPL in modalità fai-da-te. Decisioni scaturite dal fatto che, negli ultimi 7 anni, la popolarità del GPL, soprattutto per via dell'elevato costo del petrolio, è aumentata notevolmente, raggiungendo un picco proprio in questi ultimi mesi.

Della continua crescita della domanta di GPL se ne sono accorti anche i Costruttori, che hanno aggiornato la propria gamma con modelli alimentati con questo tipo di carburante alternativo, mentre le stazioni di rifornimento sul territorio sono lievitate di numero. Si pensi che, se nel 2000 la rete di distribuzione del GPL ammontava a 1.949 distributori, oggi se ne contano ben 2.351, a disposizione di circa 1 milione di autoveicoli. Un numero che sembra destinato a salire.

Autore:

Tag: Attualità , gpl , carburanti alternativi


Top