dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 15 ottobre 2008

Mazda BT-50 restyling

Il pick-up giapponese si rinnova in design e dotazioni

Mazda BT-50 restyling
Galleria fotografica - Mazda BT-50 restylingGalleria fotografica - Mazda BT-50 restyling
  • Mazda BT-50 restyling - anteprima 1
  • Mazda BT-50 restyling - anteprima 2
  • Mazda BT-50 restyling - anteprima 3
  • Mazda BT-50 restyling - anteprima 4
  • Mazda BT-50 restyling - anteprima 5
  • Mazda BT-50 restyling - anteprima 6

Mazda rinnova il proprio pick-up BT-50, lanciato nel 2006, con un lieve restyling esterno ed alcune modifiche ad interni e dotazioni. La carrozzeria è ancora declinata in tre allestimenti (Hot, Active ed Energy) e tre versioni: Single Cab con cabina normale a due posti, Freestyle Cab con porte ad apertura centrale (come la RX-8) e a quattro posti, Double Cab con cabina doppia a cinque posti; in proporzione variano le misure del cassone posteriore (rispettivamente, 2.280 mm, 1.753 mm o 1.530 mm di lunghezza).

Il restyling, come di consueto, ha interessato innanzi tutto il frontale, in un certo senso il "volto" di ogni veicolo: in questo caso le linee sono state rese un po' più dinamiche, pur mantenendo l'importante "scudo" centrale, con un disegno che Mazda definisce "ad H obliqua"; modificati anche i fari anteriori, ora dalla forma più estesa e sagomata, e le luci posteriori.

Il BT-50 è disponibile con 5 nuovi colori monocromatici (in tutto sono 11) e 3 nuove combinazioni "bicolore" (Highlight Silver Metallic abbinato al Titanium Grey metallizzato, al Lagoon Blue micalizzato o al nero micalizzato), mentre cambiano alcuni dettagli: la maniglia della ribaltina posteriore ha lo stesso colore della carrozzeria, come pure i passaruota (con vernice metallizzata o micalizzata) negli allestimenti Active ed Energy; il Double Cab Energy ha in più cristalli laterali e lunotto posteriore oscurati, insieme a pedane laterali di colore argento e nuovi cerchi in lega da 16".

All'interno cambiano tessuti, colori e illuminazione dei comandi (ora di colore ambrato). Altre novità sono il pannello centrale argentato, l'impianto di climatizzazione di serie sui modelli Freestyle e Double Cab, e la disponibilità di volante di guida e pomello del cambio rivestiti in pelle nel BT-50 Double Cab Energy, per il quale sono previsti in opzione gli interni in pelle nera. L'obiettivo è di rendere l'abitacolo più simile a quello di una berlina, come dimostrano ad esempio sedili variamente regolabili e dal comfort "automobilistico". Cresce anche la disponibilità di accessori: debuttano ad esempio gli specchietti retrovisori elettrici e riscaldabili negli allestimenti Active ed Energy, mentre compare l'ormai immancabile presa per il collegamento dei lettori MP3, di serie nel Double Cab Energy.

E' stato mantenuto il telaio a longheroni trasversali, con ammortizzatori maggiorati e molle posteriori più lunghe, in grado di facilitare il trasporto e migliorare il comfort; derivato dal modello precedente è anche il propulsore, il turbodiesel common-rail da 2,5 litri, con potenza massima di 143 CV a 3.500 giri/min. e coppia massima di 330 Nm a partire da 1.800 giri/min. Il cambio è sempre manuale a cinque rapporti, e la trazione può essere posteriore o integrale - fatto che condiziona i valori del consumo medio: si passa dagli 8,3 litri per 100 km della versione a due ruote motrici e cabina normale agli 8,9 l/100 km per la Double Cab a trazione integrale.

Vedremo se la versione ristilizzata del pick-up BT-50 riuscirà a mantenere il trend positivo del modello uscente: oltre 60.000 unità vendute a livello mondiale, di cui più di 19.000 in Europa, con il maggior numero di immatricolazioni in Russia e Grecia (anche come veicolo pubblico o di soccorso), e con circa 600 unità consegnate in Italia.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Anticipazioni , Mazda


Top