dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 14 ottobre 2008

Carbon Motors E7: la prima auto nata in divisa

Un nuovo modo di fare vetture per le Forze di Polizia

Carbon Motors E7: la prima auto nata in divisa
Galleria fotografica - Carbon Motors E7Galleria fotografica - Carbon Motors E7
  • Carbon Motors E7 - anteprima 1
  • Carbon Motors E7 - anteprima 2
  • Carbon Motors E7 - anteprima 3
  • Carbon Motors E7 - anteprima 4
  • Carbon Motors E7 - anteprima 5
  • Carbon Motors E7 - anteprima 6

L'idea che sta dietro il prototipo E7 dell'americana Carbon Motors è semplice ed efficace in maniera disarmante: progettare ex novo e realizzare partendo da zero una vettura per le forze di polizia, destinata unicamente a servizi di pattugliamento e assistenza. Fino ad oggi, infatti, tutte le vetture per le forze dell'ordine erano dei normali modelli stradali trasformati e adattati all'uso di polizia, con tutte le limitazioni e i problemi che ne derivano; questo accade da sempre per la necessità di ridurre i costi che una progettazione ad hoc avrebbe comportato e anche perché, fino ad ora, non erano disponibili tutte le soluzioni tecnologiche che rischiano di non trovare più posto su di una normale vettura di serie modificata.

A questo ha pensato Carbon Motors realizzando dal classico "foglio bianco" una vettura pensata da poliziotti per poliziotti, con telaio in alluminio space frame, motore turbodiesel (anche biodiesel) e una serie impressionante di dispositivi tecnologici di bordo. Oltre all'evidenza dei grandi respingenti anteriori e posteriori e delle luci LED di segnalazione, la E7 (nome provvisorio che verrà modificato su indicazione degli stessi agenti di polizia) vanta un sistema automatico di riconoscimento targhe, un impianto di sorveglianza esterna a 360 gradi, scomparti porta-armi, telecamere posteriori e visore a infrarossi frontale, rilevatori di contaminazioni biologiche e radioattive.

La plancia ergonomica, ispirata ai comandi di aerei ed elicotteri, ospita il sistema Carbon di "On-board Rapid Command Architecture" (ORCA) dotato di grande display e piccola tastiera, entrambe touch screen, che fanno da interfaccia uomo-macchina. L'obiettivo dichiarato della Carbon Motors è quello di offrire sicurezza, praticità d'uso e affidabilità agli oltre 800.000 agenti di polizia in servizio sulle strade statunitensi.

Il Dott. Lee P. Brown, membro del consiglio direttivo Carbon Motors descrive così gli scopi e le aspettative del progetto E7: "Oggi chiediamo ai tutori dell'ordine più di quanto si sia mai fatto in passato; i poliziotti pattugliano i quartieri e le autostrade, sono i primi ad intervenire nei casi d'emergenza, affrontano in auto disastri naturali, raccolgono e condividono informazioni importanti. I loro veicoli non sono solo mezzi di trasporto, ma fungono anche da uffici mobili, da ripari, da centri di comunicazione e da trasporto per pericolosi criminali. Questo importante strumento operativo è il centro di comando per tutti i poliziotti sulla strada, e questi meritano un veicolo che li aiuti nel loro lavoro e li protegga nell'adempimento del dovere".

Il 14 ottobre la Carbon Motors E7 parte per la mostra itinerante "2008 Pure Justice Tour" attraverso nome città degli Stati Uniti, compresa una sosta a San Diego (California), dove dall'8 al 12 novembre si svolgerà la 115ª conferenza annuale del "International Association of Chiefs of Police" (IACP) che riunisce più di 15.000 comandanti di polizia provenienti da tutto il mondo.

Carbon Motors E7

Carbon Motors E7 è il prototipo che prefigura un nuovo modo di fare auto di pattuglia...

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , polizia


Top