dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 13 ottobre 2008

Soccorso stradale: ora basta un SMS

Dall'ACI un servizio per i soci audiolesi, ma attenzione a specificare dove vi trovate

Soccorso stradale: ora basta un SMS

Un guasto alla propria vettura, una banale foratura o, semplicemente, il solo bisogno di assistenza stradale possono tramutarsi in un serio problema oltre che in una inevitabile perdita di tempo. Se poi il diretto interessato è un portatore di handicap allora le difficoltà aumentano ulteriormente. Per questo, l'ACI ha pensato ad un nuovo servizio di richiesta d'intervento riservato ai soli soci audiolesi che funziona tramite sms. Per essere soccorsi basta inviare un messaggio al numero indicato (339.99.43.116), con il luogo dove è avvenuto il fermo, la targa del veicolo, il numero della tessera ed il numero di telefono cellulare a cui verrà inviato l'sms di conferma dell'arrivo del carro.

Tuttavia, specificare qual'è il luogo di fermo non è così "facile" e richiede particolare attenzione e un po' di concentrazione. Innanzitutto è necessario specificare se si tratta di viabilità ordinaria (strada urbana o extraurbana) o autostradale, da indicare rispettivamente con le sigle: VO e VA.

In caso di strada urbana occorre scrivere nell'sms la località, la provincia, la via ed il numero civico oppure un punto di riferimento (anche un bar o un negozio). Su strada extraurbana serve specificare di che tipo di strada si tratta: statale (SS) o provinciale (SP) seguita dal numero e dalla direzione di marcia. Ma non basta, per indicare la propria posizione è importante inserire nel messaggio a che km si è fermi.

Se ci si trova su un tratto autostradale, occorre indicare la sigla ed il tipo di autostrada e la direzione verso cui si stava viaggiando. Anche in questo caso l'indicazione del km, riportato sul cartello rettangolare bianco verde che si trova a sinistra della carreggiata, è molto importante per essere soccorsi. Se poi ci si trova in prossimità di un cavalcavia, si troverà un cartello marrone con scritta bianca e il numero scritto nell'sms dovrà essere ben specificato: non si tratta di un km, ma di un cavalcavia.

Per leggere la guida all'utilizzo del servizio clicca qui.

Autore:

Tag: Attualità , sicurezza stradale


Top