dalla Home

Curiosità

pubblicato il 10 ottobre 2008

Europa, cuore dell'industria dell'auto

Oltre 250 le fabbriche del Vecchio Continente e 2,3 milioni gli impiegati

Europa, cuore dell'industria dell'auto

Qual'è il più "grande" costruttore di auto al mondo? Anche se General Motors e Toyota si stanno contendendo questo ambito titolo, è l'Europa il vero cuore dell'industria automobilistica. La maggior parte dei veicoli prodotti sul pianeta nasce nel Vecchio Continente, dove si trovano ben 250 fabbriche in cui sono impiegati 2,3 milioni di dipendenti (a cui si aggiungono altri 10 milioni di lavoratori residenti altrove, ma la cui attività è direttamente connessa a quella degli stabilimenti europei).

La maggior parte delle fabbriche (170 secondo i dati dell'Acea), sono riconducibili a 14 diverse Case automobilistiche: BMW, DAF, Daimler, Fiat, Ford, GM, MAN, Porsche, PSA Peugeot Citroen, Renault, Scania, Volvo e Volkswagen. Tutte le altre sono di proprietà di piccole aziende e di grandi marchi giapponesi, come Nissan e Toyota. Da questi stabilimenti ogni anno escono 18,5 milioni di veicoli (anche commerciali) di cui un 90% è destinato al mercato europeo ed il rimanente 10% al resto del mondo.

Il paese che più "automobilistico" di tutti, in termini industrali, è la Germania. Qui si trovano 36 stabilimenti, molti dei quali legati ai celebri marchi di "casa", come Porsche, Volkswagen o Mercedes. Il secondo stato più ricco di stabilimenti automobilistici è la Gran Bretagna (32), seguita dall'Italia, dove ci sono 29 fabbriche d'auto.
Al quarto posto figura la la Francia, sul cui territorio sono attivi 25 stabilimenti, principalmente appartenenti a Peugeot, Citroen e Renault. Nell'Europa Centrale e dell'Est si concentrano i rimanenti siti industriali, situati per lo più in Polonia (dove è presente anche Fiat con la fabbrica di Tychy, dove viene assemblata la 500 insieme alla Ford Ka), la Repubblica Ceca e la Russia, quest'ultima in rapida ascesa con già più di 10 nuove fabbriche fresche di inaugurazione.

Autore:

Tag: Curiosità , produzione


Top