dalla Home

Mercato

pubblicato il 6 ottobre 2008

Le ammiraglie ibride made in Germany

Al Salone di Parigi BMW e Mercedes si danno una scossa e lanciano la sfida alla Lexus

Le ammiraglie ibride made in Germany
Galleria fotografica - BMW Concept 7 Series ActiveHybridGalleria fotografica - BMW Concept 7 Series ActiveHybrid
  • BMW Concept 7 Series ActiveHybrid - anteprima 1
  • BMW Concept 7 Series ActiveHybrid - anteprima 2
  • BMW Concept 7 Series ActiveHybrid - anteprima 3
  • BMW Concept 7 Series ActiveHybrid - anteprima 4
  • BMW Concept 7 Series ActiveHybrid - anteprima 5
  • BMW Concept 7 Series ActiveHybrid - anteprima 6

Anche le ammiraglie diventano ibride e la sfida alla Lexus LS600h parte proprio da Parigi dove hanno fatto la loro apparizione contemporaneamente la Mercedes S400 Blue Hybrid e la BMW Serie 7 ActiveHybrid, destinate entrambe a diventare modelli di serie nel 2009. Diverse tuttavia sono le strade tecniche percorse.

Lexus crede fermamente all'ibrido e si vede perché la LS è un "full hybrid" nel quale la parte elettrica dà un contributo fondamentale alle prestazioni. Il V8 5 litri da 394 CV e l'elettrico da 225 CV inserito nella scatola del cambio a variazione continua danno una potenza combinata di 445 CV con un consumo di 9,3 litri/100 km ed emissioni di C02 di 219 g/km che vuol dire un guadagno valutabile nel 20% rispetto alla LS460 con trazione integrale.

Le tedesche invece hanno un approccio modulare (infatti esiste un accordo specifico insieme a GM), ovvero attraverso l'aggiunta dei moduli necessari a elettrificare le automobili in modo "morbido" (mild hybrid). Lo scopo primario non è quello di dare prestazioni, ma quello di ridurre le emissioni e i consumi attraverso un piccolo motore elettrico inserito nel cambio automatico in grado di garantire le funzioni di start&stop, recupero di energia e di dare assistenza per migliorare le riprese. Così, la S400 BlueHybrid ha un V6 3,5 litri da 279 CV e un motore elettrico da 20 CV e 160 Nm per un consumo di 7,9 litri/100 km ed emissioni di C02 di 190 g/km pari a un guadagno del 21% rispetto alla S350. La BMW Serie 7 ActiveHybrid denuncia un miglioramento del 15% rispetto alla 750i con il V8 4,4 litri biturbo da 407 CV aggiungendo un motore elettrico da 20 CV e 210 Nm. Le tedesche usano una batteria al litio molto compatta che sulla Mercedes è posizionata dietro la plancia e sulla BMW nella parte posteriore della vettura, mentre la Lexus ha un accumulatore al nickel metal-idruro posizionato tra sedili e bagagliaio, assai più pesante, ingombrante e meno efficiente, ma sicuramente più semplice e affidabile.

Nella visione dei tedeschi, l'ibrido servirà per abbassare le emissioni di CO2 e per il mercato americano, dove il Diesel (che la giapponese non ha) ha numeri ancora molto piccoli e la Lexus domina per immagine e vendite.

Galleria fotografica - Mercedes S400 BlueHYBRIDGalleria fotografica - Mercedes S400 BlueHYBRID
  • Mercedes S400 BlueHYBRID - anteprima 1
  • Mercedes S400 BlueHYBRID - anteprima 2
  • Mercedes S400 BlueHYBRID - anteprima 3
  • Mercedes S400 BlueHYBRID - anteprima 4
  • Mercedes S400 BlueHYBRID - anteprima 5
  • Mercedes S400 BlueHYBRID - anteprima 6

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato


Top