dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 3 ottobre 2008

Audi A1 Sportback Concept

Cinque porte, quattro posti e motore ibrido

Audi A1 Sportback Concept
Galleria fotografica - Audi A1 Sportback ConceptGalleria fotografica - Audi A1 Sportback Concept
  • Audi A1 Sportback Concept - anteprima 1
  • Audi A1 Sportback Concept - anteprima 2
  • Audi A1 Sportback Concept - anteprima 3
  • Audi A1 Sportback Concept - anteprima 4
  • Audi A1 Sportback Concept - anteprima 5
  • Audi A1 Sportback Concept - anteprima 6

Si chiama Sportback e in casa Audi non è una novità, visto che la A3 cinque porte "quasi avant" porta già questo nome. Ma si chiama anche A1 e questa sì che è una novità assoluta nella nomenclatura Audi. Il suo nome per esteso è A1 Sportback Concept, è la naturale evoluzione del prototipo "Metroproject Concept" del 2007 e prefigura una futura quattro posti a cinque porte supercompatta della casa di Ingolstadt.

CARTA D'IDENTITA'
La vettura, lunga 3,99 metri e larga 1,75, ricerca l'innovazione e lo stile dinamico cercando di ottimizzare gli spazi e la qualità costruttiva. La tecnologia ibrida Audi fa qui un ulteriore passo avanti, grazie al motore TFSI di 1,4 litri di cilindrata da 150 CV abbinato al cambio a doppia frizione S-tronic e a un aggregato elettrico della potenza di 27 CV e coppia fino a 150 Nm. Come la maggioranza di questi veicoli ibridi, concept o di produzione, anche la A1 Sportback è in grado di funzionare con il solo motore elettrico, percorrendo fino a 100 km con una carica completa.
Le prestazioni, decisamente vivaci, prevedono i 200 km/h di velocità massima, i 7,9 secondi nell'accelerazione 0-100 km/h e un consumo medio di 3,9 litri di carburante per percorrere 100 km; le emissioni di CO2, pari a 92 g/km, confermano la bontà di quest'ultimo dato e l'efficienza del sistema propulsivo.

DESIGN: INCONFODIBILMENTE AUDI
La filosofia "Sportback" del corpo vettura, alto e della linea del tetto da coupé, rispecchia le proporzioni classiche Audi, qui impreziosite dai cristalli laterali senza cornice, il montante B coperto dai cristalli e uno spoiler a due elementi integrato nel lunotto. L'aerodinamica calandra single-frame sottolinea il carattere sportivo di questo studio e i parafanghi sporgenti richiamano le linee grintose dell'attuale Audi RS6. Con l'uso della tecnologia LED tutte le luci sono state incorporate all'interno dei fari anteriori: abbaglianti, anabbaglianti, luci diurne e indicatori di direzione; stesso accorpamento è stato fatto con le luci posteriori. Il passo è di 2,46 metri e laltezza di questa sportiva compatta è di 1,40.

ABITACOLO PREMIUM
Gli interni si presentano con quattro sedili singoli sportivi con appoggiatesta integrati, l'arco "wrap around" composto da porte e cockpit, il cruscotto e la consolle centrale orientati verso il guidatore. Sulla consolle centrale si trovano la leva del cambio integrata, che esce completamente solo quando è attiva la modalità dinamica del "drive select", il pulsante di accensione e spegnimento del motore, l'interruttore dell'"Audi drive select" e l'appoggiabraccia con portacellulare integrato. L'abbinamento cromatico a contrasto bianco/rosso aggiunge un tocco di futuribile sportività.
L'"Audi mobile device" di seconda generazione consente tutta una serie di funzioni avanzate come l'interfaccia con il telefono cellulare, utilizzabile tramite rete wireless per molti comandi dei sistemi di bordo: controllo dello stato della vettura, verificando, per esempio, entro i limiti del raggio d'azione della rete wireless, se le porte e i finestrini sono chiusi, guida a destinazione sul "mobile device", dopo aver parcheggiato l'automobile.
Sulla A1 Sportback concept non manca "Audi drive select", sistema già disponibile sulla A4 che consente di scegliere fra due diverse configurazioni preimpostate per la trazione, i cambi di marcia e il telaio con gli ammortizzatori "Audi magnetic ride". La modalità "efficiency" si adatta a una guida rilassata e dai bassi consumi di carburante, con il motore elettrico come unica fonte di trazione fino al raggiungimento del 20% della carica batteria. In modalità "sport" il sistema elettronico va ad aggiungere la coppia erogata dal motore elettrico a quella del motore a combustione interna.

MOTORE, IBRIDO
Sotto il cofano della Audi A1 Sportback concept pulsa un motore 1.4 TFSI turbo quattro cilindri, evoluzione dell'unità montata di serie Audi A3 ma con 150 CV a 5.500 giri anziché 125 CV. La coppia massima di 240 Nm è disponibile in una fascia che va dai 1.600 ai 4.000 giri; praticamente già l'80% della coppia è disponibile appena sopra il minimo, a 1.250 giri. Fra questo propulsore e il cambio a doppia frizione S-tronic che trasmette il moto all'avantreno è situato il motore elettrico da 27 CV che, a seconda della modalità selezionata, può funzionare sia da solo che, con attivazione automatica, parallelamente al motore a combustione. L'alimentazione elettrica è fornita da un gruppo di batterie agli ioni di litio, alloggiato nella parte posteriore della vettura. Quando, nella fase di "boost", è richiesta la massima accelerazione, la coppia complessiva di 390 Nm è data dalla somma della coppia del motore 1.4 TFSI (240 Nm) e di quella del motore elettrico (150 Nm).
Normalmente la Audi A1 Sportback concept può essere impiegata con un'alimentazione mista di motore a combustione e motore elettrico. Grazie alla gestione intelligente dei due motori, al recupero e al sistema automatico start/stop, il consumo di carburante si abbassa del 30% circa rispetto al funzionamento basato esclusivamente sul propulsore a benzina.

TELAIO
L'avantreno è del tipo McPherson e il retrotreno a ruote indipendenti a quattro bracci, i cerchi sono da 18 pollici e montano pneumatici 225/35 R18. Il nuovo meccanismo di bloccaggio trasversale dell'avantreno, comandato attraverso l'ESP, realizza una ripartizione della forza in funzione della modalità di guida, aumentando così la precisione dello sterzo e la manovrabilità e migliorando la trazione e il dinamismo in curva.
L'impianto frenante sfrutta dischi di grande diametro (312 mm gli anteriori) di derivazione racing, virtualmente esenti da fenomeni di fading. Gli ammortizzatori utilizzano la tecnologia "Audi magnetic ride", già utilizzata su R8 e TT, che con ammortizzatori a fluido magnetoreologico può essere gestito da un computer centrale per regolare forze e smorzamento degli elementi ammortizzanti.

IL FUTURO
Come ogni prototipo Audi degli ultimi anni, anche la A1 Sportback concept prefigura qualche elemento di una vettura di prossima produzione, magari solo qualche scalfatura nella forma della carrozzeria, un fanale o la tecnologia del motore. In questo caso si può prevedere che l'aspetto esterno da vettura "quasi di serie" ci stia dando un buon indizio sulla futura A1, compatta premium d'aspetto gradevole e tecnica all'avanguardia che potrà anche impensierire, non solo la MINI, ma anche vetture di segmento differente.
Per quanto riguarda il sistema di propulsione ibrida, Audi ci conferma quanto sia urgente e attuale lo sviluppo di questa tecnologia all'interno di ogni reparto ricerca e sviluppo, imprescindibile viatico verso una mobilità sempre più attenta all'ambiente e ai consumi.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Audi


Top