dalla Home

Mercato

pubblicato il 2 ottobre 2008

Mercato italiano: settembre ancora in discesa

Bene solo city car a basso consumo e supersportive di lusso

Mercato italiano: settembre ancora in discesa

Ancora un mese negativo per il mercato dell'auto in Italia. Dopo un'estate in ribasso, anche a settembre è stato registrato un numero di immatricolazioni inferiore rispetto a quello dell'anno scorso: 176.112 unità, - 5,5%. Il bilancio dei primi 9 mesi del 2008 si attesta così a quota 1.709.377 unità, pari all'11,3% di veicoli in meno al 2007.

Diminuiscono anche i contratti, che a settembre sono stati circa 165.000, il 14% in meno rispetto al 2007.
Da sottolineare come gli acquisti di vetture da parte dei privati costituiscano circa i 2/3 del totale delle immatricolazioni (66,4% in settembre, 68,3% considerando i primi 9 mesi del 2008), con un andamento percentuale in calo rispetto alla vendita di vetture aziendali o per le società di noleggio, alcune delle quali concentrate nella zona di Roma, la cui Provincia ha rinunciato da tempo all'addizionale regionale sull'IPT.

Nel mese considerato ad aumentare è stato soltanto il numero dei passaggi di proprietà: 400.000, +5.6% rispetto al settembre 2007.
Continua anche il trand di crescita delle citycar, complici la ricerca di auto dal costo inferiore (sia nell'acquisto che nella gestione), l'interesse verso vetture a basse emissioni di CO2 per l'ottenimento degli incentivi statali alla rottamazione e l'aumento del prezzo del carburante. La più venduta è la Fiat Panda (13.530 unità), mentre la Fiat Punto (8.322) si fa precedere dalla nuova Fiat 500 (10.175). Seguono poi Fiesta (5.956), Yaris (5.842), Golf (4.297), Ypsilon (4.105), Focus (3.287), Audi A4 (3.142) e Corsa (3.101). Considerando, però il periodo da gennaio ad ottobre, la classifica cambia: è ancora la Punto (126.220) a precedere Panda, 500, Fiesta, Ypsilon, Corsa, C3, Golf e Bravo.
Diversa la composizione delle vendite di auto diesel. Nella classifica troviamo al primo posto la Punto seguita dalla Fiesta, ma anche vetture più grandi, come Audi A4 (terza), Volkswagen Passat (ottava) e BMW Serie 3 (nona), mentre il SUV compatto Nissan Qashqai è addirittura al sesto posto, con 2.061 unità. Da gennaio a settembre, l'auto diesel più venduta è ancora la Punto, seguita da Fiesta, Bravo, Focus e Golf. Da notare che il costo del gasolio e l'aumento delle vendite delle piccole cilindrate ha fatto letteralmente crollare le vendite delle auto diesel: -8,5% in settembre, e meno della metà del totale delle immatricolazioni (47,9%).

Analizzando i dati sulle immatricolazioni per case automobilistiche, a perdere in settembre è stata soprattutto Fiat (-7,04%, corrispondente ad oltre 3.000 vetture in meno) e Alfa Romeo (-6,89%), mentre è salita di poco Lancia (+0,98%). In aumento, invece, il mercato delle supercars, con Ferrari, Lamborghini e Maserati con trend positivi.
Quanto alle Case estere la situazione è analoga alle italiane. Ford, pur essendo in calo del 5,08%, è il marchio estero più venduto in Italia con 13.430 unità, seguito da Volkswagen, Toyota (in controtendenza a settembre: +21,98%) e Opel; considerando, invece, i primi 9 mesi dell'anno, Ford precede Opel, Volkswagen e Toyota. A livello di gruppi, Fiat Group è seguito da Volkswagen, PSA, GM e Ford, sia nel mese di settembre che nei primi 9 mesi dell'anno. In ogni caso, la maggior parte dei marchi ha fatto registrare valori negativi rispetto al 2007.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Mercato , immatricolazioni , produzione


Top