dalla Home

Novità

pubblicato il 19 settembre 2008

Volvo XC60

L'intrigante SUV svedese debutta in Italia. Prezzi da 36.800 euro.

Volvo XC60
Galleria fotografica - Volvo XC60Galleria fotografica - Volvo XC60
  • Volvo XC60 - anteprima 1
  • Volvo XC60 - anteprima 2
  • Volvo XC60 - anteprima 3
  • Volvo XC60 - anteprima 4
  • Volvo XC60 - anteprima 5
  • Volvo XC60 - anteprima 6

"XC" è una sigla che Volvo da tempo utilizza per identificare una vera e propria "classe" di vetture della propria gamma: crossover Premium caratterizzate dalla trazione integrale, dall'assetto rialzato e dall'immagine da elegante off-road. Se, tuttavia, la XC90 risulta essere un SUV di impostazione più classica e la XC70 mostra chiaramente un'identità da station wagon, con la nuova Volvo XC60 compie una svolta decisiva in termini di sviluppo del prodotto, a cominciare dal design.

FORME ESPRESSIVE
Steve Mattin, capo del design Volvo, aveva stupito un po' tutti già al Salone di Detroit 2007, con la presentazione della XC60 Concept. Se fino ad allora il design "svedese" era sostanzialmente caratterizzato da un'eleganza funzionale e senza tempo, la nuova vettura mostrava proporzioni, linee di forza e singoli elementi dichiaratamente meno classici e più espressivi: quasi una sorta di trasposizione nel linguaggio Volvo del kinetic design di Ford, che di Volvo è tuttora la proprietaria, applicato sul corpo vettura di una SUV compatta (4.628 mm di lunghezza, 1.900 di larghezza esclusi gli specchi, 1.713 mm di altezza). Quanto espresso sulla concpet si è poi trasferito sulla vettura di serie, ovviamente limando gli eccessi: il risultato è un'auto piuttosto slanciata e dinamica per la categoria, grazie ad alcuni elementi quali il frontale "allungato", la profonda scalfitura laterale curva, il montante posteriore inclinato, la linea di cintura alta e a cuneo, la "muscolosità" dell'insieme.
La plancia riprende invece il tema della consolle centrale "sospesa", bell'elemento di design della serie S40 e V50, poi utilizzato un po' su tutta la gamma: qui compaiono nuove linee curve dell'abitacolo che è, in generale, più avvolgente e con i comandi "hi-tech" orientati verso il guidatore. Trattandosi di una vettura destinata al tempo libero, grande attenzione è posta alla versatilità dell'abitacolo: in particolare, si notano le cinque sedute, con le tre posteriori che, pur facendo parte di un divano unico, sono ribaltabili singolarmente, e con quella del passeggero anteriore che presenta lo schienale abbattibile in avanti. Un passo avanti, dunque, nell'evoluzione del "design svedese", che tiene conto dei gusti delle ultime tendenze in fatto di stile, e dei rinnovati gusti degli automobilisti a livello internazionale.

QUALITA' DELL'AMBIENTE ESTERNA, MA ANCHE INTERNA
Andando a verificare le innovazioni tecniche proposte dalla XC60, si nota innanzi tutto un elemento che fa parte di una certa cultura automobilistica "svedese": l'attenzione all'ambiente. Ci si è ovviamente concentrati sull'efficienza energetica dei motori e sulla capacità di produrre minori sostanze inquinanti, attraverso l'elettronica, il filtro anti-particolato nei motori a gasolio e il perfezionamento dei catalizzatori, pur con valori assoluti non bassissimi a causa di vari fattori, quali l'alta cilindrata delle motorizzazioni e del peso.
La novità, però, è lo studio anche all'interno della vettura, per migliorare la qualità dell'aria e dei materiali nell'abitacolo. Il sistema prende il nome di CZIP - Clean Zone Interior Package, ed è stato giudicato positivamente anche dall'Organizzazione Mondiale della Sanità: attraverso un filtro a carbone attivo, vengono drasticamente diminuiti pollini e altri allergeni, e gli stessi tessuti e metalli sono sottoposti ad analisi per verificare l'assenza di sostanze allergeniche, come ad esempio il nickel o il cromo, in modo da ottenere la relativa certificazione internazionale (Oeko-Tex 100). A questo si aggiunge l'utilizzo di materiali riciclabili, pari all'85% dei componenti della vettura.

DOTAZIONE E ACCESSORI: SICUREZZA AL PRIMO POSTO
Tempo fa, Volvo era sicuramente una delle Case automobilistiche più attente ai problemi della sicurezza, con l'impiego di soluzioni inedite ed avanzate rispetto alla diretta concorrenza. Oggi le cose sono un po' cambiate, e l'impiego di tecnologie innovative per la sicurezza coinvolge un po' tutti i produttori; è sempre interessante, però, vedere come i tecnici Volvo affrontano la questione su un'auto di nuova progettazione. Nella XC60, ad esempio, fa il suo debutto il sistema City Safety di serie: se l'auto si sta avvicinando ad un ostacolo o a un'auto che rallenta, non solo ciò viene preventivamente segnalato, ma, fino a 30 km/h, l'elettronica è in grado di evitare o ridurre un eventuale impatto. Numerose sono poi le tecnologie (a richiesta) che aiutano a prevenire gli incidenti.
Il Driver Alert Control e il Lane Departure Warning emettono avvisi sonori, con messaggi nella strumentazione, in caso di rilevamento di una "distrazione" (ad esempio, per una guida "incerta") da parte del guidatore, o di superamento delle linee orizzontali; il pacchetto Collision Warning and Auto Brake (CWAB) permette invece, attraverso un cruise control adattativo, di individuare le vetture che precedono la XC60 mediante radar e telecamera, e anticipa un'eventuale collisione a vari livelli - dalla "precarica" dei freni fino alla frenata automatica vera e propria. Il sistema Pre-Prepared Restrains invece prepara airbag e cinture ad una collisione frontale di bassa o media intensità; Alcolguard è un tester del tasso alcolico collegato all'accensione del motore. Due sistemi, infine, consentono di ridurre i rischi di ribaltamento (RSC), o comunque di proteggere gli occupanti in caso di capovolgimento della vettura (ROPS).
Sicurezza significa anche protezione contro i furti: il bagagliaio ha una sorta di doppio fondo con serratura, il tetto è in vetro laminato più resistente ai colpi (a richiesta sono laminati anche i finestrini laterali), ed è previsto come optional il Personal Car Communicator che ha debuttato nell'ammiraglia S80, un comando a distanza che avvisa se la vettura è stata aperta, se l'allarme è stato attivato, se c'è qualcuno a bordo. Infine, si è pensato anche alle auto... più basse di un SUV: un'apposita traversa di rinforzo anteriore è stata appositamente collocata ad altezza "normale"...

MECCANICA: QUASI UN OFF-ROAD
Come la maggior parte delle SUV compatte di recente progettazione, la XC60 si propone di garantire una buona guidabilità sia su strada che nel fuoristrada leggero. La piattaforma su cui si basa, da questo punto di vista, sembra molto adatta: è più o meno la stessa della nuova Ford Mondeo (con sospensione anteriore MacPherson e posteriore multi-link), dalla quale però deriva anche una fuoristrada come la nuova Land Rover Freelander 2. Tra le principali caratteristiche, la trazione integrale con differenziale Haldex, l'altezza da terra di 230 mm, l'angolo di dosso di 22° e il sistema HDC di controllo della velocità in discesa, di serie a partire dall'allestimento Momentum.
I motori previsti al lancio sono di origine Volvo e, come di consueto, a disposizione anteriore trasversale: la T6 con il compatto 6 cilindri 3 litri turbocompresso a benzina da 285 CV e coppia massima di 400 Nm (velocità massima di 210 km/h limitata elettronicamente, da 0 a 100 km/h in 7,5 secondi, consumo medio 11,9 litri/100 km, emissioni CO2 284 g/km) e due turbo diesel common-ail 5 cilindri da 2,4 litri, con potenza di 163 CV o di 185 CV (D5) , entrambi con filtro anti-particolato di serie. Il cambio è automatico a 6 marce, e per le turbodiesel può essere anche meccanico, sempre a 6 marce. Da segnalare il sistema a richiesta di telaio a controllo attivo denominato Four-C (Continuously Controlled Chassis Concept), che prevede tre posizioni: Comfort, Sport e Advanced Sport.

PREZZI E ALLESTIMENTI
Prodotta dalla Volvo Personvagnar nello stabilimento di Ghent (Belgio), la XC60 è disponibile sul nostro mercato negli allestimenti Kinetic (riservato alle sole diesel), Momentum e Summum, con prezzi (IPT esclusa) che partono dai 36,800 euro della 2.4 D Kinetic e arrivano ai 50.100 della T6 Automatica Summum.
Già l'allestimento Kinetic è piuttosto completo, comprendendo ad esempio ABS, Airbag anteriori e laterli, DSTC per il controllo di stabilità e trazione, impianto audio-CD "Performance" con 6 altoparlanti, cruise control, sistema di controllo della qualità dell'aria, climatizzatore automatico, computer di bordo, cerchi in lega da 17 pollici e, volendo, altro ancora...

Scheda Versione

Volvo XC60
Nome
XC60
Anno
2008 (restyling del 2013)
Tipo
Premium
Segmento
medie
Carrozzeria
SUV e Crossover
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Sergio Chierici

Tag: Novità , Volvo


Listino Volvo XC60

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
D3 anteriore diesel 136 2.0 5 € 36.800

LISTINO

D3 Kinetic anteriore diesel 136 2.0 5 € 37.500

LISTINO

D3 Kinetic anteriore diesel 150 2.0 5 € 38.600

LISTINO

D3 Kinetic anteriore diesel 150 2 5 € 38.600

LISTINO

D3 Geartronic anteriore diesel 136 2.0 5 € 39.000

LISTINO

D4 (163 cv) Kinetic anteriore diesel 163 2.0 5 € 39.200

LISTINO

D3 Business anteriore diesel 136 2.0 5 € 39.400

LISTINO

D3 Geartronic Kinetic anteriore diesel 136 2.0 5 € 39.700

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top