dalla Home

Curiosità

pubblicato il 18 settembre 2008

Bob Lutz difende la Chevrolet Volt dalle critiche

Il vice presidente di GM diventa blogger per la Volt

Bob Lutz difende la Chevrolet Volt dalle critiche

Vi piace la nuova Chevrolet Volt? Anche se ad un primo sguardo può sembrare un prototipo, per via del design altamente futuristico, come vi abbiamo anticipato, è in realtà un'auto di serie, le cui caratteristiche sono state già svelate da General Motors. Ma la sua commercializzazione, prevista per la fine del 2010 negli USA e destinata ad essere esportata in altri mercati internazionali, ha sollevato già diverse polemiche. Mentre i costruttori rivali di GM hanno messo in dubbio la tecnologia elettrica ed il funzionamento della Volt, la stampa americana l'ha criticata per il suo stile troppo avanguardistico ed in alcuni casi l'ha definita come un semplice escamotage di GM per "ripulirsi l'immagine".

A queste accuse ha pensato di rispondere Bob Lutz in persona. Il vice presidente di GM ha pubblicato sul Blog ufficiale del Colosso americano un lungo post in cui ha difeso la nuova Chevrolet Volt a denti stretti. Ecco alcuni passi:

"Da quando la Chevrolet Volt è stata presentata sotto forma di concept a Detroit nel 2007 ha iniziato a diffondersi molto scetticismo. Bene, come tutti sanno, la Volt è realtà e non rappresenta altro che un primo passo verso la reinterpretazione dell'automobile. Il suo design è stato molto criticato, il più delle volte, credo, ingiustamente.
La sfida che abbiamo lanciato ai designer quando abbiamo chiesto loro di progettarla non era quella di disegnare l'auto più bella del mondo, con tutti i compromessi che un obiettivo del genere richiederebbe. Si trattava di inventare qualcosa che mettesse in primo piano la speciale propulsione del mezzo, c'era bisogno di una linea che non compromettesse in alcun modo le prestazioni della vettura e che anzi le esaltasse in termini aerodinamici.

Guardando la Volt dall'esterno possono tornare in mente alcune forme di altre vetture attualmente su strada, ma sotto la sua pelle c'è davvero poco in comune con auto mai esistite. E' per questo che se nel caso di un'auto 'comune' è il design che di solito attrae un automobilista e lo convince all'acquisto, nel caso della Volt è la razionalità e non le emozioni che la fa piacere.

La Volt rappresenta molto per GM e per l'industria a vari livelli. Innanzitutto è una tecnologia resistente che darà prova delle sue qualità e che rappresenta per GM un ulteriore modo di proseguire lungo la sua strada verso l'innovazione".
A questo punto, dopo aver ricordato quali sono le caratteristiche tecniche dell'auto, Bob Lutz snocciola un serrato elenco dei benefici che la società americana, e poi di altri paesi, trarrà dall'utilizzo di un mezzo come questo: rispermio economico, di tempo ed emissioni nocive pari a zero nell'ambiente.

"Presto diventerà tutto realtà", scrive. "Con la Volt, vai a casa, la ricarichi ed è fatta". Con una ricarica completa, in meno di tre ore, si possono percorrere circa 40 miglia senza le emissioni nocive dei carburanti tradizionali. Se questo è 'ripulirsi l'immagine', allora ci siamo dentro".

Per accedere al Blog, clicca qui!

Autore:

Tag: Curiosità , Chevrolet


Top